Questione farmacia notturna al Circeo, turni secondo la legge regionale

Questione farmacia notturna al Circeo, turni secondo la legge regionale

farmaciaSulla questione delle farmacie che effettuano il servizio notturno nel territorio di San Felice Circeo interviene il dottore David Luciani, titolare della farmacia che si trova a La Cona, al Circeo:

Per 20 anni, e cioè dal marzo del 1994, le farmacie urbane del comune di San Felice Circeo hanno condiviso il servizio notturno con le farmacie del comune di Sabaudia dividendosi il mese quindici giorni a testa in base alla legge regionale tra l’altro tuttora in vigore senza creare alcun disagio alla popolazione e senza che nessuno abbia mai protestato, visto che il servizio notturno deve essere prestato dalle farmacie solo dietro presentazione di ricetta medica urgente ed essendo mancante un presidio medico a San Felice gli abitanti dovevano già per forza di cose recarsi a Sabaudia presso il pronto soccorso o a Terracina presso l’ospedale per ottemperare all’obbligo della ricetta.

Adesso dal 2012 la nuova legge regionale sul potenziamento del sistema farmaceutico prevede che tutte le farmacie, senza possibilità di deroghe, debbano ottemperare all’obbligo del servizio notturno. Pertanto il Comune di San felice Circeo, dovendo mettere in turno anche la farmacia di Borgo Montenero, ha pensato di staccare il Comune di Sabaudia dal servizio notturno con San Felice e dividere il servizio notturno tra le tre farmacie presenti sul suo territorio, questo al fine di ottemperare gli obblighi di legge, e di dividere equamente il servizio tra le tre farmacie senza arrecare disagio a nessuno visto che ora solo per una settimana ogni tre i cittadini di San felice Circeo dovranno recarsi al borgo ( le altre due avranno comunque a disposizione la farmacia di ” La Cona ” e del centro storico ) contro le due settimane al mese che avrebbero dovuto recarsi a Sabaudia.

Inoltre verranno favoriti almeno per una settimana ogni tre anche i cittadini del borgo e di tutto il territorio compreso tra San Felice e Borgo Montenero che avranno più vicina la farmacia di turno di notte e anche nel servizio diurno della domenica.

Pertanto il provvedimento adottato dal Comune di San Felice Circeo soddisfa pienamente le esigenze di tutta la cittadinanza nel rispetto della legge e nella suddivisione equa del servizio notturno tra le farmacie”.

***ARTICOLO CORRELATO***(San Felice Circeo senza farmacia notturna, scatta la petizione dei cittadini-1 marzo)

You must be logged in to post a comment Login

h24Social