Pericolo onde radar a Borgo Sabotino, il senatore grillino Vacciano interroga il Governo

 

Il radar FADR per la Difesa Aerea
Il radar FADR per la Difesa Aerea

Negli ultimi mesi i residenti di Borgo Sabotino stanno notando strane interferenze che impediscono il buon funzionamento degli strumenti elettronici. Il fenomeno è iniziato in concomitanza con l’installazione di un nuovo radar nella locale base dell’Aeronautica militare. Il senatore Giuseppe Vacciano, del Movimento 5 Stelle, temendo che nella zona vengano propagate onde pericolose per la salute dei cittadini, insieme ad altri sei colleghi pentastellati ha presentato un’interrogazione ai ministri della difesa, Mario Mauro, e della salute, Beatrice Lorenzin.


I senatori grillini puntano il dito, in particolare, sulla “recente costruzione dell’impianto fixed air defence radar (FADR) RAT31-DL, per il potenziamento della rete operativa militare”, realizzato per “aumentare l’integrazione nella catena di comando, controllo, comunicazione ed intelligence dell’Alleanza atlantica”. Vacciano e i colleghi hanno sostenuto che “al fine di tutelare la salute dei cittadini residenti e verificare l’integrità fisica di militari e civili che operano all’interno delle basi, sarebbe doveroso conoscere nel dettaglio quale sia il reale stato dei fatti”.

Ai ministri Mauro e Lorenzin è stato così chiesto se siano a conoscenza dei problemi registrati a Borgo Sabotino e del “corretto svolgimento degli atti e fatti che abbiano portato all’istallazione di antenne e apparecchiature simili, sia del grado dell’affidabilità di tale procedimento e dell’impianto funzionante”. Chiesto infine di verificare “se la salute dei cittadini residenti nei dintorni della caserma non sia minacciata dall’impianto radar, anche alla luce del potenziamento della rete operativa militare”.