Parentopoli e assunzioni pilotate a Formia: bufera sul sindaco Bartolomeo. Parla il leader del gruppo Idea Domani

Parentopoli e assunzioni pilotate a Formia: bufera sul sindaco Bartolomeo. Parla il leader del gruppo Idea Domani
*Giovanni Valerio*

*Giovanni Valerio*

Siamo solo a pochi mesi dall’insediamento dell’attuale amministrazione Bartolomeo e se ne sono già viste di tutte i colori. Non bastava la bomba del caso Valerio, a mettere nei guai il sindaco e l’intera maggioranza, perchè negli ultimi giorni sono arrivate in rapida successione le rivelazioni della parentopoli formiana sorta a beneficio del figlio del primo cittadino.

*Massimo Vernetti, ex amministratore delegato Formia Servizi*

*Massimo Vernetti, ex amministratore delegato Formia Servizi*

Poi è stata la volta delle raccomandazioni per le assunzioni alla Formia Servizi e infine nelle ultime ore sono iniziate a trapelare voci su indagini per gli affidamenti alla Impero Romano sulle spiagge libere formiane, sui quali già nei mesi scorsi ci era stata una indignazione piuttosto diffusa.

Si prevede uno scontro infuocato nelle prossime settimane, che è stato aperto nelle ultime ore dal leader del gruppo Idea Domani ed ex assessore nella passata amministrazione Pasquale Cardillo Cupo.

“Quale coordinatore del Gruppo Idea Domani – ha dichiarato l’avvocato, che al sindaco è opposto anche da procedimento penale nei confronti di quest’ultimo – segnalo come il silenzio assordante della Amministrazione Bartolomeo sulla mole di documenti che sta emergendo in queste ore sulla stampa la dica lunga sullo stato di preoccupazione in cui la stessa versi; ad esso, tuttavia, fa da contro altare un fervore cittadino che non si ricordava oramai da anni.

*Pasquale Cardillo Cupo*

*Pasquale Cardillo Cupo*

In questi giorni infatti i media locali hanno pubblicato vicende riguardanti la persona dell’attuale Sindaco, dei suoi familiari e di fortunati conoscenti che stride in maniera fortissima ed imbarazzante con le tematiche della Trasparenza, della Meritocrazia e della Legalità, delle quali il Dott. Bartolomeo in campagna elettorale si è pavoneggiato in ogni luogo.

Abbiamo assistito a contributi economici al fratello del Sindaco sotto forma di pagamento del Service – come riferito dal Vice Sindaco Manzo, in quota SEL ed altra paladina della Trasparenza – sebbene ciò fosse espressamente vietato dalla Carta di Pisa e dal Testo Unico sugli Enti Locali, ma il vaso è traboccato in città con la pubblicazione del curriculum del fortunato figlio del Sindaco Bartolomeo, nel quale si evidenziava come lo stesso nel 2001 diventasse ricercatore presso il Prof. Ferdinando Terranova, conosciuto in città per essere stato nominato da Bartolomeo padre Direttore Generale del Comune di Formia per centinaia di milioni di vecchie lire ; nel 2004/2005 si costituiva la Formia Servizi S.P.A. ed il fortunato pargolo veniva assunto alle dipendenze di una società ad essa collegata in essere in quel di Napoli.

"Il Coni di Formia"

“Il Coni di Formia”

Successivamente il Comune di Formia concludeva con il Coni una serie di accordi che portava alla cessione dello stadio Nicola Perrone e casualità voleva che il figlio del Sindaco venisse assunto dal Coni, ricevendo una promozione e la possibilità di far parte della spedizione olimpica a Sochi, in Russia, proprio mentre il padre veniva nuovamente eletto sindaco, anche con il sostegno in lista del direttore della struttura Coni di Formia, il tutto dettagliatamente riportato dagli articoli stampa oramai in città tristemente noti a tutti e sui quali non vi è alcun motivo di dubitare provenendo dallo stesso profilo lavorativo del fortunato di turno.

Oggi leggiamo su un quotidiano locale di “un sistema” di sponsorizzazioni necessarie per essere assunti nella Formia Servizi operate da alcuni politici, tra cuifigura ripetutamente il sindaco dell’epoca, ovvero Sandro Bartolomeo, sul podio delle presunte segnalazioni.

imageCome gruppo Idea Domani siamo increduli e senza parole, ricevendo una infinità di segnalazioni di cittadini rossi di rabbia e di genitori preoccupati per le difficoltà occupazionali dei propri figli per essere privi di Sponsor di eccezione e per essere evidentemente estranei ad un SISTEMA quantomeno dubbio, non fosse altro per le difficoltà che viceversa molti di loro incontrano in un momento di grande disagio economico e sociale, al quale questa amministrazione è del tutto indifferente, il tutto proprio mentre a casa delle famiglie Formiane arriva la stangata della Tares.

Inutile dilungarsi oltre, la città di Formia, i disoccupati, i genitori di giovani preparati ma senza Sponsor, le Associazioni senza tessera, ma soprattutto la Meritocrazia e la Trasparenza non meritano tutto questo : riteniamo che debba, con assoluta ed inderogabile urgenza, essere operata dalle forze consiliari una immediata interrogazione al Sig. Sindaco ed a tutti i Consiglieri di Maggioranza sui temi e su tutte le strane coincidenze segnalate dai mezzi di informazione in questi giorni, in quella sede ognuno dovrà esprimersi e prendersi le sue responsabilità.

Mi auguro che in quella seduta di Consiglio comunale siano presenti tutti i giovani e tutti i disoccupati di Formia, così da poter vedere con i proprio occhi e sentire con le proprie orecchie, in maniera da poter decidere autonomamente se i fatti illustrati dai mezzi di informazione siano mere coincidenze o frutto di un sistema da scardinare”.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social