Buco da 15 milioni e mezzo di euro in Croce Rossa. Per la Corte dei Conti resonsabilità a Latina

Buco da 15 milioni e mezzo di euro in Croce Rossa. Per la Corte dei Conti resonsabilità a Latina

10533_La_bandiera_della_Croce_RossaSempre male. Sempre peggio il bilancio della Croce Rossa Italiana. E sempre per colpa dei debiti dei comitati locali, a partire da quello di Latina. La gestione 2012 dell’associazione si è chiusa con un buco di 15 milioni e mezzo e ad evidenziare che larga parte del disavanzo è causata dalla situazione in cui versano le realtà locali, quella pontina in testa, è stata la Corte dei Conti.

I giudici contabili, nella relazione trasmessa al Parlamento, hanno specificato che “persistono e si incrementano i disavanzi degli uffici delle Regioni Lazio e Umbria, determinati principalmente dai comitati provinciali di Roma, Latina e Perugia”.

E ancora: “La notevole complessità organizzativa e gestionale, conseguente all’esistenza di circa 600 comitati con propria autonomia di bilancio, determina ancora alcune discrasie gestionali derivanti principalmente dalla mancanza di figure professionali adeguate”.

La periferia crea problemi alla Cri e in perdita sono le stesse attività che dovrebbero portare ricchezza, come la gestione ambulanze del 118: alcune società private vivono svolgendo quei servizi, ma Croce Rossa ci rimette.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]