Pontili a Ponza, tolta la concessione demaniale alla Ecomare I

ponzaTolta la concessione demaniale per la gestione del pontile alla Ecomare I. Il Comune di Ponza ha disposto la decadenza del titolo e ordinato a Paolo Greca, responsabile della società, di lasciare entro dieci giorni completamente libera l’area oggetto della concessione. Un’iniziativa che toglie all’isola uno degli approdi utilizzati dai vacanzieri tra maggio e settembre di ogni anno per approdare sulle Ponziane. Il provvedimento è stato preso dall’Ufficio demanio dopo i controlli sul pontile compiuti l’estate scorsa dall’Ufficio circondariale marittimo ponzese.

Nel 2008 i sigilli erano scattati su tutti i pontili. La Procura aveva contestato ai concessionari una serie di abusi, il processo è in corso e il via libera alle strutture era stato poi dato soltanto dopo la presentazione di nuovi progetti, che ridimensionavano le aree occupate sia in mare che a terra. Le guardie costiere hanno sostenuto che, rispetto al progetto autorizzato con cui la Ecomare I era tornata ad operare, la società aveva sconfinato, occupando abusivamente 33,9 metri quadrati a terra, con una passerella, e 471 metri quadrati in acqua, con catenarie e corpi morti. Per il Comune, alla luce anche di precedenti contestazioni fatte alla società, la Ecomare I avrebbe “reiteramente e pervicacemente violato i propri obblighi concessori”.


L’ufficio demanio ha così disposto la decadenza della concessione rilasciata alla società di Greca nel 2003 dalla Capitaneria di porto di Gaeta.

***ARTICOLO CORRELATO***(PONZA PONTILI, LA GUARDIA COSTIERA VERIFICA DUE CONCESSIONI DEMANIALI-2 luglio)

***ARTICOLO CORRELATO*** (La Guardia Costiera sequestra il pontile Enros a Ponza – 24 giugno -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Sequestro pontile Enros a Ponza, l’intervento del Sib regionale – 27 giugno -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Sequestro Enros, piena solidarietà del direttivo Sib al presidente Enzo Mazzella – 28 giugno -)