Giornata della Memoria a Gaeta, la testimonianza del sopravvissuto Cosmo Coccoluto

Foto Cerimonia Giornata della Memoria , Sindaco Mitrano, Cosmo Coccoluto , Maresciallo Mansi“Il viaggio verso il campo di concentramento è stato il più disastroso della mia vita, ma ancora non sapevo che mi aspettava il peggio”. E’ Cosmo Coccoluto, nato a Gaeta nel 1919, soldato dell’Esercito italiano, internato ad Innsbruck – Dresda dal 25.09.1943 al 08.05.1945, a far sentire, nell’Aula Consiliare del Municipio di Gaeta, la sua voce, commossa ma viva, consapevole che la sua testimonianza va oltre le mura del Palazzo, e oltre le generazioni. La sua voce è nella storia, parla anche a nome degli altri militari di Gaeta deportati, di tutti i militari italiani internati nei lager nazisti (650.000), di tutti coloro che hanno detto NO alla proposta tedesca di aderire alla Repubblica Sociale o alle formazioni combattenti delle SS. Parla perché nessuno dimentichi. Sopratutto perché i giovani imparino a dire “mai più la guerra e l’odio razziale, politico o religioso”.

Foto CerimoniaCosmo Coccoluto ricorda gli orrori, la fame, la disperazione,  la violenza di quell’assurda guerra che li ha resi schiavi di Hitler. Alla sua voce si alterna un video, che toglie il fiato e fa venire i brividi, con le immagini dell’immane tragedia. La tragedia di Cosmo. Di centinaia di migliaia di militari italiani. La tragedia  di 6 milioni di ebrei.

E’ questo il momento culminante di un’intensa cerimonia voluta dall’Amministrazione Comunale, guidata dal Sindaco Cosmo Mitrano, in occasione della Giornata della Memoria e realizzata, mercoledì 29 gennaio scorso,  in collaborazione con l’Associazione Regia Marina Gaeta, presieduta dal Maresciallo Paolo Mansi.

Nell’Aula Consiliare gremita da un folto pubblico, alla presenza di delegati delle Forze dell’Ordine, delle Associazioni combattentistiche e d’arma, il Sindaco Mitrano, accompagnato dall’Assessore alla Cultura Sabina Mitrano  dal collaboratore del Sindaco, delegato alla Memoria, Marcello Caliman, e dal Maresciallo Mansi, ha consegnato ai familiari di sei militari di Gaeta deportati nei lager, e al novantenne Coccoluto, tutti insigniti dalla Medaglia D’Onore del Presidente della Repubblica, speciali targhe onorifiche “in segno di  riconoscenza della città di Gaeta per aver contribuito, come militari internati e deportati nei lager nazisti, alla formazione della nuova Italia e dell’Europa nonché alla difesa della libertà, che le generazioni attuali e future dovranno consolidare”.Foto Cerimonia

L’Amministrazione Comunale ha così voluto ricordare il valore e l’estremo sacrificio di questi sette eroi della nostra terra “Le onorificenze,  di cui sono stati insigniti, sono per noi di estrema importanza – ha dichiarato il Primo Cittadino –  in quanto riteniamo nostro dovere morale ricordare ed onorare coloro che con grandi sacrifici e sofferenze seppero affrontare gli orrori della guerra, le discriminazioni razziali, politiche e religiose. Un ringraziamento doveroso va all’Associazione Regia Marina Gaeta per essersi prodigata a seguire l’intero iter burocratico relativo al riconoscimento dell’Alta Onorificenza del Presidente della Repubblica ai nostri concittadini internati. Un grazie commosso e sincero a Cosmo per la sua forte testimonianza:  sono certo che le sue parole risuoneranno attraverso ciascuno di noi, nelle nostre case,  tra i nostri figli,  custodi della nostra storia: perché mai si dimentichi. Mai più si ripeta.”

Militari di Gaeta internati e deportati nei lager nazisti, insigniti il 28 gennaio 2014 della Medaglia d’Onore del Presidente della Repubblica

Vittorio Egeo SIMEONE (Gaeta  26.06.1923 – Gaeta 16.01.2002)

Allievo Ufficiale della Regia Marina, catturato a Brioni (Pola) 11.09.43, internato a Markt Pongau  e in seguito a Graz (Austria) fino alla fine della guerra.

Silvio SCOTTI (Civitavecchia 07.06.1909 – Gaeta  19.07.1969.

Capo nocchiere della Regia Marina, catturato a Lero (Grecia) il 09.09.1943, internato a Balingen (Germania )  fino all’agosto 1945.

Antonio MORETTI (Pignataro Interamna (FR) 11.05.1915 – Cassino 02.03.1990.

Fante del Regio Esercito, catturato a Lero (Grecia) 16.11.1943, internato a Vienna (Austria) fino a maggio 1945.

Pietro DELLA VALLE (Caserta 29.09.1915 – Gaeta 15.06.1997).

Brigadiere del Real Carabinieri, catturato ad Atene (Grecia) il 15.09.1943e internato a Magdeburg (Germania) fino all’agosto 1945.

Cosmo MAGLIOZZI (Gaeta 23/9/1913- 13 luglio 2003)

Sottocapo cannoniere della Regia Marina, catturato a Pola l’8 settembre 1943 internato a Neubrandeburg – Trasferito in seguito a Fulda (vicino Francoforte) dove rimase fino al 9 agosto 1945.

Damiano BUONAUGURIO (Gaeta 23 febbraio 1916 – Gaeta 10 giugno 1991)

Allievo fuochista ordinario della Marina, internato in Germania l’8 settembre 1943 fino al 26 luglio 1945

Il signor Cosmo COCCOLUTO ha ricevuto la medaglia d’onore  nel  2013.

Cosmo COCCOLUTO (Gaeta 31 ottobre 1919 –

Soldato dell’Esercito italiano.

Internato ad Innsbruck – Dresda dal 25.09.1943 al 08.05.1945

You must be logged in to post a comment Login

h24Social