Discarica a Borgo Montello, la Avenali: “Sito d’interesse nazionale”

fusti_borgo_montelloUna riqualificazione ambientale da attuare, progetti alla mano, al più presto, per una migliore qualità di vita dei cittadini, ponendo le basi per un rilancio anche in termini occupazionali. Anche per la ‘celebre’ discarica di Borgo Montello.

A richiederla, nell’ambito di un intervento più ampio, la consigliera regionale Cristiana Avenali, intervenuta alla conferenza di Legambiente ‘Bonifiche dei siti inquinati: chimera o realtà?’.


L’esponente del ‘Gruppo per il Lazio’, componente alla Pisana della commissione Ambiente, ritiene che un massiccio intervento della Regione non sia più procrastinabile. Tanto per la ciociara Valle del Sacco e la capitolina Malagrotta, quanto per il tanto discusso sito pontino.

“Bisogna intervenire nelle tante aree inquinate delle quali l’amministrazione regionale sta ultimando la mappatura, a cominciare da quelle ritornate tristemente alle cronache nelle ultime settimane, come Malagrotta e Borgo Montello”, ha detto tra le altre cose la Avenali. “Per dimensioni e gravità credo che la Regione Lazio debba chiedere che siano considerati siti di interesse nazionale.”