Da Fondi, all’alta moda di Milano e Londra: il viaggio della professionista dell’immagine Irene De Santis

*Irene De Santis*
*Irene De Santis*

Un’opera il più delle volte oscura, portata avanti da dietro le quinte, ma al tempo stesso imprescindibile. Spiccato senso estetico, creatività, stile, duttilità. Ed una buona dose di pazienza. Di mezzo, una mastodontica opera di raccordo: si va dalla scelta dagli abbinamenti di capi ed accessori per shooting fotografici e sfilate, a quella di modelli e location, passando per il coordinamento di fotografi, truccatori, parrucchieri. Obiettivo, valorizzare al meglio il prodotto.

E’ questo il lavoro del Fashion stylist, figura professionale del mondo della moda che, nata negli States, negli ultimi anni sta prendendo sempre più piede anche in Italia.


Pure Fondi ne ha una, ed anche di buon successo. Si tratta della giovane Irene De Santis, eccellenza pontina partita anni fa dalla Piana e che ora vive tra Milano e Londra, proiettata in prima persona nel frenetico mondo delle capitali indiscusse della moda. E ‘costretta’ a far la spola da una parte all’altra del globo: New York, Parigi, Berlino, Stoccolma, di recente la Turchia.

“Mi occupo di stile”, spiega. “Interpreto un determinato tema secondo il mio modo di vedere il tema stesso. Di solito mi ispiro alla musica, al cinema, alle icone in generale, alla mia vita, alle sensazione che provo in quello specifico  momento. Ciò che è (ed era) attorno a me. Alcuni nomi? Depeche Mode, Massive Attack, Ennio Morricone, Armando Trovajoli, Gotan Project”.

Dopo aver vinto l’edizione 2009 del concorso ‘Fashion talents’, la De Santis ha iniziato da subito a lavorare con riviste e brand di fama mondiale, da Vanity Fair a Kult magazine, da Fendi a Max Mara, prestando la propria opera di comunicatrice della moda anche per il calciatore brasiliano Alexandre Pato e, in ambito musicale, per la band indie La Blanche Alchimie.