Pallamano, l’Hc Fondi supera la Lazio e torna seconda

Pallamano, l’Hc Fondi supera la Lazio e torna seconda

HC Fondi – SS Lazio Pallamano 30-20 (p.t. 13-7)

HC Fondi: Antonio 4, Panariello, Riccardi, Lauretti 3, Molineri 5, Di Manno S. 6, Di Cicco 1, D’Ettorre 3, Di Manno G. 5, Di Manno V. 1, Pestillo 1, D’Angeliis, Salemme 1, Amendolagine. All: Giacinto De Santis

SS Lazio Pallamano: Corvino, Fatale, Menna 4, Pannelli, Paolone 5, Langiano 4, Gionta, Djordjievic 4, Cenci, Corrado, Dovere, Poiana, Mazzini, Geretto 3. All: Giuseppe Langiano

Arbitri: Bassi – Scisci

Gianluca Di Manno (Hc Fondi)

Gianluca Di Manno (Hc Fondi)

L’HC Fondi si aggiudica con pieno merito il derby con la Lazio e, grazie anche alla sconfitta del CUS Palermo nella sfida siciliana con l’Albatro Siracusa,  torna a vedere la luce del secondo posto nella classifica del girone C del campionato di serie A – 1a Divisione Nazionale. Gli uomini del presidente Cardinale hanno condotto il match per tutti i 60’, eccezion fatta per il primo e unico vantaggio degli ospiti dopo 2’ di gara. Il risultato in realtà non è mai stato messo in discussione dai biancocelesti di Langiano, nonostante il tecnico romano, uno dei tanti ex della partita, le abbia tentate tutte per mettere in difficoltà i padroni di casa; l’equilibrio è durato solo 10’, fino al 3-3 e fino a quando i rossoblù hanno stretto le maglie difensive e trovato in attacco le giuste contromisure alla profonda 3/2/1 predisposta dagli ospiti. Da quel momento si è visto un monologo fondano, iniziato con due stupende realizzazioni di Lauretti dall’ala e con alcuni pregevoli interventi tra i pali dell’ottimo Amendolagine, e proseguito con belle manovre soprattutto in seconda fase. Sull’altro versante il temuto ex Djordjievic era tenuto a bada dalla difesa fondana e dal solito grande lavoro di Vincenzo Di Manno, e così i più pericolosi si rivelavano Menna e Paolone; nulla potevano però davanti all’accelerazione dei padroni di casa, capaci di allungare prima sul 7-3 del 13° e poi sul 13-7 con cui si chiudeva la prima frazione. Nella ripresa proseguiva il monologo dei rossoblù, che allungavano in soli 6’ fino al 18-7 salvo subire il tentativo di ritorno degli avversari, che si fermava però al 19-11 del 12°; i rossoblù allungavano nuovamente e ripetutamente, toccando più volte il massimo vantaggio di +11 (25-14 al 20°, 27-16 al 25°), in un secondo tempo in cui mister De Santis operava diversi cambi per dare minuti utili a tutti i ragazzi a disposizione. I ritmi di gara restavano alti a discapito della qualità del gioco, con qualche errore di troppo da ambo le parti; subentrava anche tra i locali  un calo di tensione a risultato acquisito, ma i fondani tuttavia non si smarrivano e non perdevano occasione per ribadire la loro superiorità e chiudere meritatamente sul 30-20 finale.

Questa l’analisi del tecnico rossoblù Giacinto De Santis: “Sono molto contento, abbiamo prodotto 45’ di ottima pallamano. Mi è piaciuta l’intensità difensiva e l’intelligenza tattica in fase offensiva, anche se dobbiamo ancora migliorare molto su alcune situazioni. Sono molto arrabbiato, ad esempio, perché dobbiamo essere più concreti per tutta la durata delle partite: anche nella sfida con la Lazio, a risultato acquisito, abbiamo concesso qualcosa di troppo su difesa schierata e sbagliato troppe conclusioni in cui eravamo riusciti a mettere un nostro giocatore solo contro il portiere”. Il successo con la Lazio costituisce il viatico migliore per il lavoro settimanale, in vista della Final-Eight di Coppa Italia che vedrà impegnati i rossoblù a Martina Franca nel prossimo weekend; l’obiettivo è quello di ben figurare, a partire dalla gara dei quarti di finale che vedrà i fondani impegnati contro la forte formazione del Pressano.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social