Priverno, intimidazione incendiaria all’azienda bufalina. Delogu: ”Atto di inaudità gravità”

Priverno, intimidazione incendiaria all’azienda bufalina. Delogu: ”Atto di inaudità gravità”

vigili del fuoco slideNella notte del 2 gennaio – tra le due e le tre –  due grosse lingue di fuoco hanno avvolto e divorato parte di un’azienda agricola e bufalina al confine tra Maenza e Priverno. Le fiamme sprigionate hanno coinvolto tra le trecento e le quattrocento balle di fieno, un trattore, un’automobile, un carro completamente distrutti. Le indagini sono state affidate ai Carabinieri che stanno raccogliendo tutti gli elementi utili per risalire all’autore, o agli autori, dell’atto intimidatorio.

“Quello che è successo è di inaudita gravità – è il commento del sindaco Angelo Delogu – un atto intimidatorio che va condannato con forza. L’Amministrazione Comunale esprime profonda solidarietà e rinnova la propria vicinanza ai proprietari dell’azienda colpita”.

Ma il Sindaco cerca di smorzare i toni e di frenare allusioni frettolose sulla possibile matrice del gesto intimidatorio. Forse è fin troppo facile ricordare, adesso, le divergenze tra gli investitori che hanno intenzione di attivare dei piccoli impianti aziendali di biogas nella piana tra Mezzagosto e Farneto e le legittime proteste del comitato NoBiogas, molto attivo sul territorio.

*Angelo Delogu*

*Angelo Delogu*

“Voglio essere chiaro – precisa Delogu – lasciamo fare ai Carabinieri e alla magistratura il loro lavoro, al termine del quale sono certo che avremo un quadro più chiaro delle responsabilità e, laddove risultassero legami con frange estreme, la risposta delle istituzioni sarà dura. Nel frattempo, però, auspico un comportamento maturo da parte di tutti, senza alimentare pericolose cacce alle streghe”.

Delogu ricorda il passaggio del Consiglio Intercomunale del 3 ottobre, con l’approvazione del documento “linee guida per un biogas corretto nell’area lepini-ausoni-agro pontino”, successivamente approvato anche nel Consiglio Comunale di Priverno, sottolineando come, in quelle sede, “i Sindaci dei territori interessati abbiano dato una risposta politica moderata ad una situazione delicata”.

Infine il sindaco Delogu rende noto che, insieme al Sindaco di Maenza, è stato concordato un incontro con le forze dell’ordine ed una interpellanza al Prefetto, ribadendo che nessuna tolleranza verrà concessa agli autori del gesto violento.

***ARTICOLO CORRELATO*** (Priverno, azienda zootecnica a fuoco – 2 gennaio -)

You must be logged in to post a comment Login

h24Social