Fondi, i partiti di maggioranza replicano a Costa e Antonetti

Fondi, i partiti di maggioranza replicano a Costa e Antonetti
"Municipio di Fondi"

“Municipio di Fondi”

Capita anche questo: che tra i pacchi di Natale spunti il “pacco” che qualche ottenebrato vuole propinare alla cittadinanza, confidando su una presunta credulità popolare. Ebbene questi signori adusi alle tenebre politiche, dove sono condannati a rimanere per la propria assoluta insipienza, tentano periodicamente di riemergervi, quantomeno per dimostrare a se stessi di esistere. E per dare aria ai polmoni cosa c’è di meglio che attaccare chi in questi anni di inedita difficoltà complessiva sta lavorando alacremente per far fronte a tale situazione?

Costoro parlano in modo confusionario di tasse (IMU/TARES) senza spiegare ai cittadini che esse sono state imposte dallo Stato e che per le medesime l’Amministrazione De Meo ha applicato i parametri più bassi proprio per contenere la pressione fiscale, risultando Fondi tra i Comuni della provincia con le tariffe meno elevate. Se costoro avessero davvero ascoltato la conferenza stampa di fine anno avrebbero chiaramente udito le forti perplessità espresse dal Sindaco sull’attuale sistema in cui gli enti locali sono sempre più abbandonati a se stessi, impotenti nel poter dare adeguate risposte alle rispettive comunità.

Costoro straparlano di esenzioni per i ceti più disagiati, scomodando addirittura il Santo Padre, senza sapere (o facendo finta di non sapere) quante risorse vengono realmente impegnate nel sociale a favore di disabili, minori ed anziani.

Costoro, resi ciechi dalle oscurità in cui vivono, non ricordano (o fingono di non ricordare) i contributi a fondo perduto messi a disposizione dal Comune per le PMI e l’attivazione di percorsi formativi finalizzati all’occupazione.

L’attacco scriteriato dei sigg. Costa e Antonetti conferma la completa estraneità su tali temi di chi, pur volendosi spacciare come il nuovo che avanza, degenera nel populismo politico vecchio stampo. Ad esso verosimilmente attinge Antonetti, artefice di esperienze politiche di dura contestazione, poi accantonate per alcuni anni essendo stato assunto al Comune per incarico politico come addetto stampa. E’ forse questo il parametro per giudicare un’Amministrazione che ha a cuore i problemi sociali e del lavoro?

E’ strano che il sig. Costa non ricordi di aver apprezzato l’impegno dell’Amministrazione comunale di stanziare risorse di bilancio per consentire alla ASL l’attivazione di uno screening sul colon retto, i cui risultati hanno confermato la validità dell’iniziativa, attuata proprio in ragione del principio di sussidiarietà che ha visto il Comune supportare ed integrare le competenze regionali e statali.

E’ strano che costoro non abbiano voluto spendere una sola parola sullo stato di salute dell’Ospedale di Fondi. Eppure poteva essere un altro succoso tema su cui esprimersi, seppure in maniera populistica… Evidentemente sono ben coscienti di quanto impegno il Sindaco stia profondendo a riguardo, scontrandosi con una Regione sorda e con un Presidente / Commissario che non ha avuto nemmeno la correttezza istituzionale di ricevere i Sindaci del comprensorio.

Chi vuole attizzare il fuoco delle polemiche continuasse pure. Una cosa è certa: il Sindaco De Meo, a differenza di altri, è stato eletto dai cittadini. E’ dunque comprensibile che taluni non riescano proprio ad accettare l’idea che gli stessi cittadini non li abbiano mai considerati, e così continuano a farneticare. Per costoro l’importante è far finta di essere vivi.

Vincenzo Carnevale – Forza italia, Fabrizio Macaro – Io Si,

Vittorio Iacovacci -Litorale e sviluppo Fondano, Dante Mastromanno – UdC,

Angelo Macaro – La destra

You must be logged in to post a comment Login

h24Social