Prostituzione di nuovo vietata ad Aprilia: multe da 400 euro

Prostituzione di nuovo vietata ad Aprilia: multe da 400 euro

prostituta

Nuova ordinanza antiprostituzione emessa dal Sindaco di Aprilia Antonio terra. Non solo le lucciole, ma soprattutto chi verrà sorpreso a contrattare prestazioni sessuali a pagamento verrà sanzionato.

Le strade dove viene esercitata la prostituzione sono gli svincoli di via Pontina con via Apriliana in direzione nord e sud, via Pontina con via Tufetto in direzione nord e sud, via del Castellaccio, via Pontina con via Vallelata e via Fossignano in direzione nord e sud, via Pontina con via Baracca e via Diana in direzione nord, via Pontina con via dei Giardini in direzione nord e sud, via Pontina con via Selciatella in direzione nord e sud e quest’ultima con l’incrocio di via Genio Civile, via Selciatela, via Pontina uscita Campoverde in direzione nord e sud; nonché sulle vie: Pontina Vecchia tratto compreso tra via Apriliana e via Torre Bruna, Via Ricciotti (ex Via Mediana); Via Pescarella (altezza Oleificio Trasimeno), via della Meccanica.

Come viene giustificata questa ordinanza? “I comportamenti imprudenti ed imprevedibili di quanti, alla ricerca di prestazioni sessuali a pagamento, se alla guida di veicoli, possono determinare situazioni di grave pericolo per la sicurezza della circolazione stradale e quindi per l’incolumità pubblica”. Non solo: “l’esercizio della prostituzione su strada comporta una utilizzazione impropria del suolo pubblico con conseguente degrado dello stesso, causa la sporcizia prodotta dalle persone

dedite al meretricio, che gettano rifiuti ed oggetti vari direttamente a terra”. Un accenno anche allo “sfruttamento o favoreggiamento della prostituzione, adescamento, atti osceni, rapine ecc.”, che incidono sulla “percezione di sicurezza urbana, suscitando senso di abbandono negli abitanti delle zone in cui il fenomeno si manifesta”.

L’ordinanza sarà valida fino al 31 marzo 2014. Ecco cosa è vietato: “porre in essere comportamenti diretti in maniera inequivocabile ad offrire prestazioni sessuali a pagamento a mezzo di atteggiamenti di richiamo, di invito o nell’indossare abbigliamento indecente o indecoroso in relazione ai luoghi”, ma anche “chiedere informazioni, contrattare o concordare, con le persone che pongano in essere i comportamenti richiamati sopra, prestazioni sessuali a pagamento”. La multa sarà di 400 euro. Senza se e senza ma. A meno che non si voglia fare ricorso, col rischio che la moglie scopra la scappatelle a pagamento.

Ma a questo punto, un avvertimento anche ai genitori: occhi a far uscire le figlie con abiti troppo succinti, stile velina: potrebbero essere anch’esse multabili.

0 Responses to "Prostituzione di nuovo vietata ad Aprilia: multe da 400 euro"

  1. Francostars  18/12/2013 at 23:58

    Affermo che le Ordinanze Sindacali ed i Regolamenti di Polizia Urbana devono essere conformi ai principi generali dell’Ordinamento, secondo i quali la prostituzione su strada non può essere vietata in maniera vasta ed indeterminata. Di conseguenza, i relativi verbali di contravvenzione possono essere impugnati in un ricorso.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social