Caos Tares ad Aprilia, l'intervento del sindaco

Caos Tares ad Aprilia, l'intervento del sindaco
*Antonio Terra*

*Antonio Terra*

In relazione al pagamento del tributo Tares, relativo al servizio di gestione dei rifiuti solidi urbani introdotto dal governo in sostituzione della precedente Tarsu, l’Amministrazione Comunale precisa che già lo scorso 12 dicembre 2013 la Presidenza del Consiglio dei Ministri ha pubblicato sul proprio sito internet istituzionale un comunicato stampa sulle prossime scadenze per il pagamento dei tributi e sulle modalità di calcolo e versamento fissate dal Ministero delle Finanze. In detta nota si ipotizza la possibilità di posticipare le scadenze al 16 gennaio 2014, nel caso in cui i Comuni non abbiano potuto inviare i bollettini in tempo utile per far rispettare ai contribuenti la prima scadenza fissata al 16 dicembre.

All’uopo, il Comune di Aprilia ha in data 13 dicembre c.a. posticipato al 31 dello stesso mese il versamento a saldo della Tares.

«In tutta Italia – ha detto il Sindaco Antonio Terra – e non solo ad Aprilia, nostro malgrado, è stato il lunedì nero della Tares, come è stato soprannominato da alcuni osservatori e cronisti nazionali. Basta leggere su internet le cronache locali delle diverse regioni della penisola per osservare l’unico comun denominatore di questa fase delicatissima per le amministrazioni locali, che pagano le conseguenze delle indecisioni del governo nazionale. Nonostante ciò, da alcune parti si continua ad utilizzare l’argomento tasse per addossare colpe e responsabilità alla Giunta comunale, ai soli fini di strumentalizzazione politica. In Consiglio Comunale, ad esempio, l’Assessore alle Finanze Antonio Chiusolo ha spiegato i motivi per cui è stata bocciata la proposta del Pd di tornare alla Tarsu, evidenziando in proposito una circolare del Ministero delle Finanze che nega ai Comuni questa possibilità, allorquando questi avessero già approvato il bilancio preventivo. Nonostante ciò, il gruppo Sel-Pd persevera nel cavalcare l’onda della disinformazione. Se ai cittadini può sfuggire una circolare ministeriale, al contrario, è dovere di chi rappresenta le istituzioni, anche se collocato all’opposizione, informare correttamente i cittadini».

You must be logged in to post a comment Login

h24Social