Priverno, convocazioni di Consiglio e commissioni con posta elettronica certificata

Priverno, convocazioni di Consiglio e commissioni con posta elettronica certificata

comune di priverno 1Il Comune di Priverno dice addio alla consegna a domicilio delle comunicazioni da parte dei messi comunali: dai prossimi consigli le convocazioni dell’assise comunale e delle commissioni consiliari avverranno soltanto per via telematica, mediante Posta Elettronica Certificata (PEC).

Lo annunciano l’assessore con delega all’Innovazione Pierluigi Vellucci e il Presidente del Consiglio Roberto Antonini. «È un progetto che rientra nel più ampio piano di digitalizzazione della Pubblica Amministrazione» affermano i due consiglieri. «I consiglieri riceveranno le convocazioni direttamente sulla loro casella di posta elettronica. Risparmieremo carta, tempo e risorse umane, snellendo la macchina burocratica.»

Fino a ieri funzionava così: il Presidente del Consiglio Comunale dava inizio alla procedura di convocazione del Consiglio Comunale, preparando 17 avvisi di convocazione (destinati ai consiglieri comunali), che passavano all’ufficio dei messi comunali, dove venivano suddivisi in base alle diverse zone in cui notificarli e quindi consegnati (a mano!) presso i domicili dei consiglieri. Stesso iter subivano le convocazioni delle varie commissioni. «Una procedura decisamente lunga e farraginosa» concludono Vellucci e Antonini, «oggi non più in linea con i tempi e con quanto sta accadendo in altri comuni. La direzione da seguire è quella della digitalizzazione degli atti, obiettivo di questa Amministrazione.»

You must be logged in to post a comment Login

h24Social