Pallamano, l'HC Fondi vince a fatica contro il Cus Chieti

Pallamano, l'HC Fondi vince a fatica contro il Cus Chieti

HC Fondi – CUS Chieti 25-22 (p.t. 7-11)

HC Fondi: Antonio 4, Pinto, Panariello, Lauretti, Molineri 4, Di Manno S. 8, Di Cicco G, D’Ettorre 4, Di Manno G. 2, Di Cicco D, Di Manno V. 3, Pestillo, D’Angelis, Amendolagine. All: Giacinto De Santis

CUS Chieti: Giampietro 2, Wolter 2, Paolucci 3, Pieragostino 7, Di Marco, Savini A, Savini M. 1, Anzaldo, Colaprete, Milia, Giuffrida 5, Rigante 2, Mariotti. All: Silvano Seca

Arbitri: Cardone – Cardone

*HC Fondi (Foto di Michòl di Perna)*

*HC Fondi (Foto di Michòl di Perna)*

Vittoria doveva essere e vittoria è stata: l’HC Fondi supera tra le mura amiche il CUS Chieti e si aggiudica tre punti importantissimi per la sua stagione, lottando e soffrendo non poco contro una squadra che ha giocato al meglio le sue carte. La partita ha avuto diversi volti, non tutti godibili per il pubblico accorso al Palasport fondano: la prima fase di gara è stata infatti infarcita di errori da ambo le parti e il punteggio è rimasto basso più per le continue imprecisioni delle due squadre che per la tenuta delle rispettive difese. La prima rete dell’incontro è giunta dopo 4’, e al 9° il punteggio era sul 2-2. In quel momento arrivava l’allungo dei padroni di casa, che in poco più di 5’ producevano un parziale di 3-0 che li portava sul 5-2. La ritrovata vena offensiva dei locali costringeva la panchina abruzzese a passare a difese più alte e aggressive, con cui iniziavano a mettere in difficoltà i rossoblù. Così, a metà tempo, l’inerzia della gara sembrava cambiare, complice anche un evidente calo atletico dei fondani che si dimostravano incapaci di attaccare una difesa che in alcuni momenti diventava individuale a tutto campo. Ne scaturiva un parziale di 9-2 per gli ospiti, che meritatamente chiudevano la prima frazione sul vantaggio di 11-7 davanti a un pubblico quasi incredulo. La ripresa mostrava però una squadra di casa molto diversa, ben concentrata e attenta, capace di recuperare lo svantaggio in soli 5’: parziale di 5-1 per i locali e punteggio sul 12-12.

Gli ospiti, pur sorpresi dallo scoppiettante inizio di tempo dei fondani, riuscivano a serrare nuovamente le fila e la partita si manteneva a lungo in equilibrio: 15-15 al 10° e 16-16 al 14°. La voglia di vincere dei rossoblù era tuttavia troppo forte e si concretizzava in alcune trame offensive capaci di superare la difesa sempre aggressiva degli avversari; solo un Anzaldo super, da poco entrato in campo, riusciva a tenere in partita la sua squadra con quattro ottimi interventi consecutivi. A 5’ dalla fine, con il risultato ancora in bilico (20-19), i padroni di casa profondevano l’ultimo sforzo mettendo a segno un parziale di 5-1 che di fatto chiudeva la partita. Con i tre punti conseguiti i fondani vendicano la sconfitta dell’andata e raggiungono il Benevento al secondo posto nella classifica del girone C del campionato di serie A – 1a Divisione Nazionale.

Giacinto De Santis, tecnico HC Fondi.

Giacinto De Santis, tecnico HC Fondi.

Il ritorno alla vittoria è visto così dal tecnico De Santis: “Sono contento non solo per il risultato ma per un secondo tempo che, numeri alla mano, è stato molto buono, con percentuali sopra la media: un buon trampolino da cui ripartire”. L’allenatore, al suo ritorno sulla panchina di casa, analizza così la prestazione dei suoi: “Nel complesso abbiamo giocato due partite in una: nel primo tempo, soprattutto negli ultimi 15’, siamo stati apatici, lenti e prevedibili in attacco, mentre al contrario abbiamo lavorato un po’ meglio in difesa; nel secondo tempo, invece, siamo riusciti a scrollarci di dosso paure e una certa apprensione nella fase offensiva, giocando molto più in velocità e attaccando bene gli spazi. Soprattutto grazie anche ad un’ottima fase difensiva siamo riusciti non solo a recuperare subito ma ad andare sopra e gestire il vantaggio”. De Santis elogia il carattere dei giocatori rossoblù: “Sono soddisfatto del carattere dimostrato dai ragazzi, di come hanno lottato e reagito nel secondo tempo; stiamo lavorando molto e dal punto di vista tattico e fisico qualche miglioramento si è notato. Ora dobbiamo migliorare anche nella tenuta mentale, perché cali come quelli di sabato in altre partite potrebbero rivelarsi fatali”.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social