Itri, la festa della Madonna di Loreto nella chiesa dei Passionisti

Itri, la festa della Madonna di Loreto nella chiesa dei Passionisti
*Convento Passionisti di Itri*

*Convento Passionisti di Itri*

In 70 anni di presenza passionista in Itri domani sarà la prima volta che l’annuale festa in onore della Madonna di Loreto verrà celebrata nella Chiesa dedicata al Madonna. Alle ore 17,30 è prevista la preghiera del santo rosario e alle ore 18.00 la solenne concelebrazione presieduta dal parroco della cittadina, don Guerino Piccione e concelebrata dai passionisti, padre Antonio Rungi e padre Cherubino De Feo. Per la ricorrenza non verranno celebrate messe nelle due comunità parrocchiali di Itri, ma solo al Convento dei Passionisti, dove dal 1574 è venerata la sacra immagine della Madonna di Loreto. 

L’attuale convento dei Passionisti, fu fondato nel 1574 dai padri Cappuccini. Alla Chiesa fu dato il nome di S.Maria di Loreto e l’immagine della Madonna fu collocata nella cappella dell’altare maggiore. La pala dell’altare centrale della Chiesa dei Passionisti raffigura la Madonna di Loreto, titolare della Chiesa, con a fianco San Francesco e Sant’Antonio. La bellissima ed espressiva immagine è opera dell’artista G.Sarnelli, celebre pittore del 700 napoletano. E da allora, per circa mezzo millennio ha conservato il nome ed il titolo originario. Quando i Passionisti presero possesso definitivamente del convento conservarono la titolarità alla Chiesa e continuarono a promuovere la devozione alla Madonna di Loreto, diffondendone il culto e celebrando degnamente la ricorrenza annuale del 10 dicembre di ogni anno.  Nella Casa di “Nazareth visse Gesù da piccolo e poi da grande, insieme a Maria sua Madre Immacolata ed al suo padre putativo San Giuseppe.

“Alla santa famiglia di Nazareth – ha detto padre Antonio Rungi, nel presentare l’iniziativa nella chiesa dei passionisti durante le messe di ieri,  affidiamo tutte le nostre famiglie, perché possano vivere in pace ed in armonia, nell’amore e nella solidarietà reciproca tra genitori e figli.In un tempo così difficile, ripartire dalle famiglie unite è il primo passo per ricostruire la chiesa e la società di oggi: 

You must be logged in to post a comment Login

h24Social