Navi da crociera al porto di Formia, aggiudicazione provvisoria alla Di Cesare

Navi da crociera al porto di Formia, aggiudicazione provvisoria alla Di Cesare

porto formiaAGGIORNAMENTO – Ci è voluto un po’ ma alla fine l’aggiudicazione provvisoria dei lavori per l’adeguamento e messa in sicurezza delle strutture portuali per ormeggio navi da crociera a Formia è arrivata. E a vincere, salvo ricorsi, è stata l’associazione temporanea d’impresa cui ha aderito l’impresa “Di Cesare Gino” ovvero la Di Cesare Gino /Sogemar Costruzioni Srl.

Così si legge nella determina 120 del 27 novembre – settore urbanistica e pianificazione territorio – pubblicata sull’Albo Pretorio del Comune, valore quasi due milioni di euro.

Un’aggiudicazione provvisoria giunta con un certo ritardo rispetto a quanto avviene di solito considerato le buste di gara erano state aperte a luglio, solitamente la determina arriva una settimana dopo, ma che come da pronostico, va al costruttore Williams Di Cesare.

Sul caso non aveva mancato di alzare una certa polemica il consigliere comunale d’opposizione Antonio Di Rocco in una conferenza stampa dell’Udc andata in scena presso la sala Ribaud lo scorso 19 ottobre: “Le buste sono state aperte a luglio e a Formia tutti sanno chi sarebbe risultato vincitore – aveva detto il Consigliere -. A tre mesi da quella data, però, ancora non è stata pubblicata la determina per l’aggiudicazione provvisoria che solitamente arriva invece dopo una settimana e vorremo capire il perchè”.

Nulla questio sulla gara, a onor del vero va segnalato come l’affidamento presta in città il fianco a più di una polemica, non solo quella sollevata dal consigliere comunale Udc, stante che il consigliere Valeriano, moglie di Di Cesare, è stata eletta a sostegno del candidato sindaco Sandro Bartolomeo ed è oggi presidente della commissione attività produttive e membro della commissione urbanistica; che esiste un “contenzioso” aperto da tempo in merito ai lavori di costruzione per il Multipiano delle Poste tra la Di Cesare e il Comune con una richiesta dell’imprenditore per circa due milioni di euro; che il figlio del presidente del Consiglio comunale Maurizio Tallerini, accoppiato alla Valeriano alle recenti elezioni amministrative, è impiegato da diversi anni nell’impresa Di Cesare Gino.

In merito Williams Di Cesare precisa: “Mia moglie è consigliere comunale è vero ma il bando è partito durante la passata amministrazione. Io comunque ho vinto una gara al massimo ribasso e peraltro pubblicata su tutti i giornali ufficiali a cui hanno partecipato imprese da tutta Italia. Abbiamo vinto al 37,73% in meno, e non c’è stata alcuna discrezionalità da parte dell’amministrazione come riscontrabile in procedure di gara effettuate dalla precedente amministrazione che ha visto invitare a gare di centinaia di migliaia di euro pochissime imprese arrivando al paradosso di procedure di gara aggiudicate anche in presenza di un solo partecipante e con ribassi al di sotto del 10%, con un enorme aggravio di costi a carico dell’amministrazione appaltante. Il rabsso attuale me la sono potuto permettere perchè essendo noi un’azienda locale abbiamo potuto avanzare un ribasso forte stante che non abbiamo costi di trasferta”. Prosegue: “Confermo che il figlio del presidente Tallerini lavora nella mia azienda ma lo fa dal 2008 e senza avere alcun legame con l’attività politica del padre”.

L’avvio dei lavori è atteso ora per l’inizio del 2014.

Elenco_Determine_del_04_12_2013

esito_di_gara_ormeggio_navi_da_crociera PDF

You must be logged in to post a comment Login

h24Social