La Giunta: "La nuova scuola Toscanini sia intitolata al Sindaco D'Alessio". Ma dimentica altri apriliani illustri…

Domenico D'Alessio, Sindaco scomparso il 26 febbraio 2012
Domenico D’Alessio, Sindaco scomparso il 26 febbraio 2012

La Giunta ha deliberato la volontà di intitolare al Sindaco scomparso Domenico D’Alessio la scuola di via Toscanini, in corso di ultimazione in queste settimane. Un atto che sarebbe scaturito, leggendo la delibera, dalle richieste pervenute al Comune da “Movimenti Politici, Associazioni Culturali e dello stesso Comitato del “Quartiere Toscanini””, comitato che D’Alessio contribuì a fondare. Domenico D’Alessio, “oltre ad aver partecipato attivamente alla vita politica della nostra Città nelle vesti anche di Consigliere Comunale, Assessore e in ultimo di Sindaco – si legge ancora nella delibera – è stato determinante nella realizzazione del complesso scolastico di via Amburgo, che darà agli studenti una definitiva quanto più adeguata sede”. La Giunta parla anche del “comune sentimento di stima dell’Amministrazione comunale e dell’intera Città nei confronti del compianto Sindaco Domenico D’Alessio, che ha svolto il suo mandato sino all’ultimo giorno di vita con grande onestà e professionalità”.

Quale è la procedura per l’intitolazione? Deve essere deliberata dal Consiglio di Circolo o d’Istituto, sentito il Collegio dei Docenti, ed inviata all’Ufficio Scolastico Regionale per la richiesta della prevista valutazione del Prefetto. Per l’intitolazione a persone decedute da meno di dieci anni, l’Ufficio Scolastico Regionale può emanare il decreto di intitolazione solamente a condizione che il Ministero dell’Interno, interessato dalla Prefettura, conceda la deroga prevista in questi casi. Per questo la Giunta ha deciso di inoltrare richiesta al Dirigente Scolastico del 1° Istituto Comprensivo Toscanini, “per attivare la procedura di intitolazione della nuova scuola di Via Amburgo alla memoria del già Sindaco Domenico D’Alessio.


Senza entrare nel merito dell’opportunità o meno dell’atto, tuttavia, è bene ricordare che anche un altro Sindaco è scomparso nell’esercizio delle sue funzioni: Luigi Meddi, di cui nel 2014 ricorrerà il decennale della morte. A lui volevano intitolare un parco in via Verdi, ma poi non se ne fece più nulla: cambiano le amministrazioni e con essi i colori politici, e la memoria va scemando.

Così come pare essere stato dimenticato un altro personaggio di Aprilia, Gianni Orzini, volontario della Protezione Civile morto mentre tentava un’operazione di soccorso a Sant’Elia Fiumerapido, nel 2002 ed insignito della medaglia d’oro al valore civile alla memoria, unico apriliano con questa onorificenza. Anche di lui Aprilia si è dimenticata, nonostante le promesse. A Orzini la Giunta Santangelo aveva deliberato di intitolare la scuola in Zona Leda, ma dimenticò di avvertire la dirigente scolastica che decise altrimenti. Bella figuraccia.