Kiwi dopati tra Aprilia e Cisterna, condanne fino a cinque anni

Kiwi dopati tra Aprilia e Cisterna, condanne fino a cinque anni
*Il sequestro nel 2010*

*Il sequestro nel 2010*

Tutti condannati i quattro imputati nel processo denominato “super kiwi”, gli uomini che avrebbero messo in piedi un’associazione per delinquere finalizzata a commercializzare un prodotto proibito, proveniente dalla Cina, per dopare le piante di actinidia e far crescere frutti giganteschi.

Il Tribunale di Latina, presieduto dal giudice Lucia Aielli, a latere Cecilia Cavaceppi e Luigi Giannantonio, ha condannato a 5 anni di reclusione Ivano Tassinari, di Aprilia, Vincenzo Carmine Saccone, di Cisterna, e Clemente Duras,  e a due anni e mezzo il bulgaro Yanculov Kiril Ivanof. Per i primi tre il pm Antonia Giammaria aveva invece chiesto dieci anni di reclusione e per il quarto sei anni.

Il caso era esploso quattro anni fa, a seguito delle indagini compiute dai carabinieri del Nas nel sud pontino. Il Tribunale depositerà le motivazioni della sentenza entro novanta giorni e l’appello da parte dei difensori degli imputati, gli avvocati Paolo Censi e Giusi Grigoli, appare scontato.

***ARTICOLO CORRELATO*** (Superkiwi: a giudizio 32 imprenditori agricoli – 1 febbraio 2012 -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (VIDEO – Agrofarmaci contraffatti: il Nucleo Anti Sofisticazione di Latina arresta 4 persone – 13 maggio 2010 -)

You must be logged in to post a comment Login

h24Social