Terza età e il rapporto tra generazioni, in un incontro a Fondi

Terza età e il rapporto tra generazioni, in un incontro a Fondi

ANZIANIMercoledì 4 dicembre p.v. alle ore 16.00 presso la sede del Centro Sociale Anziani “Domenico Purificato” in piazza IV Novembre avrà luogo un incontro sulla Terza età e il rapporto tra generazioni.

All’iniziativa – promossa dal Comune di Fondi in collaborazione con il Centro Anziani – prenderà parte Don Paolo Cristiano della Comunità di Sant’Egidio di Roma, che discuterà sul tema “La forza degli anni. Un’alleanza tra giovani ed anziani”.

Interverranno il Sindaco di Fondi Salvatore De Meo, l’Assessore ai Servizi sociali Arcangelo Peppe, l’Assistente sociale del Comune di Fondi Antonio Marcucci e il Presidente del Centro Anziani Gennaro Sposito.

«Poiché la “rivoluzione della longevità” tocca trasversalmente tutti gli elementi che contribuiscono alla qualità di vita della popolazione – dichiarano il Sindaco De Meo e l’Assessore Peppe – con questo incontro l’Amministrazione comunale di Fondi si prefigge di focalizzare l’attenzione sull’anziano inteso quale soggetto portatore di esperienze, competenze, saggezza, capacità pratiche e teoriche, che lo pongono come risorsa per il proprio quartiere e l’intera comunità cittadina. La popolazione anziana ha assunto la necessaria importanza nel quadro complessivo delle politiche di questa Amministrazione, nei diversi ambiti di intervento: sociale, culturale, sportivo, del tempo libero. E ciò anche per il tramite del “Centro Sociale Anziani Domenico Purificato”, promuovendo periodicamente con il suo Comitato di Gestione azioni finalizzate in particolare a incentivare la partecipazione della popolazione anziana alla vita attiva».

«Sono trascorsi più di quarant’anni dal celebre saggio di Simone de Beauvoir intitolato “La terza età” – afferma il dott. Antonio Marcucci – nel quale la celebre scrittrice francese si interrogava sul ruolo degli anziani: “I vecchi sono degli esseri umani? – si chiedeva – A giudicare dal modo con cui sono trattati nella nostra società, è lecito dubitarne: la vecchiaia resta un segreto vergognoso, un soggetto proibito”. Per fortuna si sono compiuti nei successivi decenni enormi passi avanti e grazie ad avvedute politiche sociali e agli intervenuti mutamenti culturali il concetto di anzianità ormai è visto con una nuova prospettiva assumendo una connotazione positiva. Oggi l’anziano è fondamentalmente sano e ricco di notevoli potenzialità, reso maturo dalle esperienze accumulate e può vivere molto più serenamente il lungo tempo a sua disposizione».

You must be logged in to post a comment Login

h24Social