Pallamano, l'HC Fondi prova a ripartire da Palermo. Quante insidie

Nel fine settimana scorso l’HC Fondi non ha giocato, rispettando il proprio turno di riposo, eppure gli avvenimenti societari registrati in quei giorni hanno determinato sostanziali novità per la stagione agonistica in corso. Le dimissioni di Ivano Manzi e il ritorno in panchina di Giacinto De Santis, al termine del girone d’andata, conducono la formazione rossoblù al giro di boa con un nuovo timoniere: solo il tempo potrà dirci se il tratto da affrontare sarà di poppa o di bolina.

*HC Fondi (Foto di Michòl di Perna)*
*HC Fondi (Foto di Michòl di Perna)*

Intanto, per proseguire con la metafora velica, il match-race di Palermo si presenta particolarmente ostico per la squadra fondana: gli uomini di Pezzer hanno chiuso l’andata al quinto posto, a soli due punti dalla coppia Fondi-Benevento che si divide la seconda piazza. Quattro vittorie nei tempi regolamentari e una sconfitta ai rigori hanno prodotto i 13 punti degli isolani, che si sono mostrati particolarmente agguerriti tra le mura amiche dove hanno sconfitto Gaeta, Siracusa e Conversano, perdendo solo dopo i tiri di rigore contro la Lazio. Krasovec continua ad essere anche in questo campionato il faro della squadra siciliana, ben coadiuvato da uomini di esperienza come Rosso, Laplaca e Tornambé. Sul versante fondano, il nuovo tecnico De Santis deve subito fronteggiare ostacoli imprevisti, come l’assenza nel match di Palermo dell’influenzato Gianluca Di Manno; ancora fermo ai box, inoltre, il jolly Vincenzo Di Manno che andrà in panchina solo per onor di firma. Il resto della rosa sarà regolarmente a disposizione dell’allenatore fondano, che sembra ben conscio delle difficoltà che lo attendono: “Sabato sarà una partita molto difficile per noi, il CUS Palermo si sta dimostrando un’ottima squadra soprattutto in casa. Andremo un po’ incerottati ma convinti di far bene.


L’assenza dei due Di Manno sarà pesante, ma sono sicuro che i ragazzi che ho a disposizione daranno tutto per non far notare la loro mancanza. In settimana abbiamo lavorato molto dal punto di vista tattico e fisico. Ho trovato una squadra vogliosa, pronta a ripartire: atleticamente non siamo al top, ma tanta è la volontà di tornare a vincere”. Su questo desiderio di rivincita dei suoi atleti De Santis punta molto: “Guardando negli occhi i ragazzi, nella riunione di lunedì, ho capito che hanno più voglia di me di riprendersi il proprio destino ed arrivare a ciò che meritano: perciò mi fido del loro sguardo e della loro voglia di rivincita”. L’incontro sarà giocato nel PalaCus di Palermo, avrà inizio alle ore 18 e sarà diretto dalla coppia arbitrale Campochiaro-Castagnino.