Giovane investito ed ucciso sulla Pontina, indagini sulla dinamica

Il cavalcavia all'altezza del km 45,800 della Pontina dove è accaduto il fatto
Il cavalcavia all’altezza del km 45,800 della Pontina dove è accaduto il fatto

AGGIORNAMENTI ore 12.30 – Il Sostituto Procuratore ha conferito l’incarico al medico legale per l’esame autoptico sulla salma di Stefano Attanasio, il giovane di 25 anni morto ieri mattina intorno alle 4 investito sulla Pontina. In queste ore il Comandante della Polizia Stradale di Aprilia è tornato in Procura per riferire dell’esito delle indagini avviate su questa misteriosa morte, dai contorni ancora poco gchiari. Attanasio, la notte tra martedì e mercoledì ha avuto un incidente con la sua auto in via Cattaneo e si è fatto medicare al Pronto Soccorso. Poi non è dato sapere se non sia rientrato in casa, oppure se sia rientrato ed in un secondo momento uscito. La Polstrada mantiene il più stretto riserbo, così come chiesto anche dai familiari.

A lanciare l’allarme, ieri mattina è stato un 39enne di Ardea che avrebbe riferito di essersi visto precipitare il corpo del giovane dal cavalcavia della Pontina, all’altezza del cinema Multiplex ad Aprilia, direzione Latina. Nonostante un’intervento del 118, il ragazzo non ce l’ha fatta. Gli agenti agli ordini del Comandante Vincenzo Fasulo hanno lavorato per ore per ricostruire la dinamica dell’accaduto. Ascoltato, il 39enne testimone dell’accaduto ha fornito la sua versione dei fatti, ora da confrontare con i danni riscontrati sulla sua auto. Per ora si sta procedendo seguendo l’ipotesi di incidente. Da chiarire anche perchè il ragazzo si trovasse a quell’ora in quel punto della Pontina.


Stefano era molto conosciuto e benvoluto in città e lavorava come cameriere in un noto pub di Aprilia.