APRILIA, IL CONSIGLIO COMUNALE APPROVA L'ASSESTAMENTO DI BILANCIO

APRILIA, IL CONSIGLIO COMUNALE APPROVA L'ASSESTAMENTO DI BILANCIO
*Comune di Aprilia*

*Comune di Aprilia*

AGGIORNAMENTO – Si sono protratti oltre la mezzanotte di ieri i lavori del Consiglio Comunale convocato dal presidente Bruno Di Marcantonio alle 15.30 in seduta pubblica in aula consiliare. Al termine della seduta sono stati approvati tutti i punti all’ordine del giorno e le mozioni presentate.

In avvio di seduta sono state discusse ed approvate all’unanimità tre mozioni presentate dall’opposizione.

Per quella sui miasmi diffusi nei quartieri in cui operano le aziende che si occupano di trattamento dei rifiuti, il Consiglio Comunale ha assunto impegni precisi di vigilanza per la tutela della salute dei cittadini in particolar modo per quelli ivi residenti.

Per quella sulla violenza contro le donne, il Consiglio Comunale ha impegnato il Sindaco e La Giunta a costituire una apposita consulta, alla previsione di un sostegno economico per le donne che in stato di indigenza subiscono violenza, nonché all’eventuale costituzione di parte civile nei procedimenti penali che vedono la donna vittima di violenze. L’amministrazione, inoltre, dovrà porre in essere ogni utile azione finalizzata alla prevenzione e al contrasto di questo indegno fenomeno per una società civile.

Nell’occasione, l’assessore ai Servizi Sociali Eva Torselli, ha fatto rilevare come dal primo dicembre sarà attivo uno sportello dedicato proprio all’assistenza alle donne vittime di atti di violenza, che opererà anche in reperibilità.

Infine, la mozione di solidarietà per la Sardegna colpita in queste ore da una violenta alluvione che ha causato vittime e ingenti danni, con la quale il Consiglio Comunale si è impegnato a devolvere al Comune di Olbia il gettone di presenza che spetta ai singoli Consiglieri per la stessa seduta, in aggiunta all’importo che il Sindaco e ogni singolo Assessore vorrà liberamente devolvere all’atto del percepimento della  prossima indennità di carica.

Successivamente, al primo punto all’ordine del giorno è stato discusso il documento di solidarietà e vicinanza nei riguardi di pubblici amministratori e dirigenti comunali colpiti da atti criminosi. L’atto richiama la precedente deliberazione sull’ordine pubblico e la sicurezza votato all’unanimità dal Consiglio Comunale lo scorso 12 settembre, e scaturisce dall’episodio che ha colpito il consigliere Comunale Pasquale De Maio, violentemente aggredito nei pressi della sede municipale di Piazza dei Bersaglieri da un malvivente rimasto ignoto.

In seguito, con scadenza di legge fissata al 30 novembre, il Consiglio Comunale ha discusso e approvato l’assestamento di bilancio. In esso vi sono garantiti stanziamenti ulteriori relativamente alla manutenzione scolastica, all’implemento della videosorveglianza sul territorio e alla copertura dei costi per il rifacimento e la messa in sicurezza di Via Campoleone Scalo. Il sindaco Antonio Terra e l’assessore alle Finanze Antonio Pio Chiusolo hanno espresso un giudizio positivo rispetto all’andamento finanziario dell’anno in corso, durante il quale si stanno concentrando gli obiettivi economici fissati a giugno in sede di approvazione del bilancio preventivo.

“E’ oggi particolarmente importane – ha detto il sindaco Terra – prestare attenzione ad ogni dettaglio nella redazione del bilancio che inevitabilmente risente soprattutto delle incertezze normative del Governo centrale in materia fiscale. Per questo, la nostra manovra finanziaria è costantemente monitorata nel corso dell’anno dai nostri uffici e dal Collegio dei Revisori dei Conti. Non dimentichiamo che in questi anni abbiamo affrontato l’ingente stato debitorio maturato dell’ente e pagato oltre cinque milioni di euro. Abbiamo la volontà e la ferma convinzione di dover chiudere il consuntivo con un segno in attivo, nonostante le grosse difficoltà dovute anche dalle centellinate rimesse dello Stato che rappresentano un capitolo fondamentale del bilancio dei Comuni. La crisi politica del Parlamento si è abbattuta sui Comuni come un bumerang senza controllo e i Sindaci con a Capo la stessa Anci ha già condiviso simili preoccupazioni”.

All’ultimo punto all’ordine del giorno, il Consiglio Comunale ha approvato il Piano di Azione per l’Energia Sostenibile (Paes), atto consequenziale all’adesione al Patto dei Sindaci per la riduzione sul territorio della Comunità Europea delle emissioni di Co2 da parte dei Comuni.

AGGIORNAMENTO – APRILIA SI CANDIDA PER OSPITARE UNA CASA DELLA SALUTE, IL CONSIGLIO COMUNALE APPROVA ALL’UNANIMITÀ

corsia-ospedaleIl Consiglio Comunale, in coda all’ordine del giorno della seduta convocata nella giornata di ieri, ha approvato all’unanimità un documento con il quale rivendica nei riguardi della Regione Lazio il diritto all’assegnazione sul territorio di una delle 48 “Case della Salute” in via di istituzione sul territorio regionale, così candidandosi di fatto ad ospitare una di queste strutture sanitarie pubbliche.

Il documento presentato all’attenzione dell’assise dal consigliere comunale Michela Biolcati Rinaldi è stato sottoscritto e votato da tutto il Consiglio Comunale che ha impegnato il Sindaco e la Giunta “a porre in atto tutte le iniziative e gli strumenti tali da soddisfare i bisogni della salute” della cittadinanza apriliana.

Il progetto della Giunta Zingaretti intende riorganizzare le attività assistenziali di base “avvalendosi dell’impegno dei medici di medicina generale, dei pediatri di libera scelta, del medico di continuità assistenziale, degli specialisti, anche ospedalieri”.

Tutti insieme per garantire l’operatività per almeno 12 ore al giorno di strutture in grado di accompagnare l’evoluzione clinica di pazienti con patologie croniche o degenerative. Grande attenzione dovrà essere rivolta anche alla conservazione dei rapporti sociali della persona, che potrà essere seguita da vicino, evitando le riacutizzazioni di malattie croniche. In questo modo potranno essere rese meno frequenti le ospedalizzazioni e quindi l’allontanamento da casa.

In previsione dell’apertura di due Case della Salute nella provincia di Latina, il Consiglio Comunale di Aprilia ha inteso sottolineare con voce unanime la grave carenza di servizi sanitari, soprattutto erogati direttamente dall’Asl, in assenza tra l’altro di un presidio sanitario pubblico, e in un contesto altrettanto preoccupante di tagli verticali nell’offerta sanitaria a totale discapito del cittadino.

“Vogliamo rivendicare con certezza – ha detto il sindaco di Aprilia Antonio Terra – che questo territorio è dotato di strutture adeguate per ospitare una Casa della Salute e che da parte dell’Amministrazione comunale, che sarà direttamente interessata da un progetto che si avvale anche dell’ausilio dei Servizi Sociali per quanto di competenza, è pronta a mettere in campo ogni supporto necessario a potenziare le prestazioni socio-sanitarie a beneficio di una comunità di settantacinquemila abitanti, in una realtà ancora fortemente e gravemente caratterizzata dal pendolarismo dei malati”.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social