DA PADRE RUNGI DI ITRI UN APPELLO PER AIUTARE LA SARDEGNA ALLUVIONATA

rungi1Padre Antonio Rungi, missionario passionista, religioso della comunità del Santuario della Civita sul web rivolge un caloroso appello a tutti gli italiani, perché diano una mano nella ricostruzione delle zone alluvionate della Sardegna. La presenza in zona, esattamente ad Alghero di una comunità passionista, ci obbligano moralmente e spiritualmente a stare più vicino alle popolazioni -afferma padre Rungi- dell’amata Regione sarda e ad operare fattivamente per essa.

I 20 milioni di euro stanziati dal Governo sono un primo aiuto necessario per venire incontro a tali popolazioni. Ma – aggiunge il sacerdote – di fronte alle 18 vittime innocenti di questa immane tragedia, che si è consumata nella Sardegna c’è molto da riflettere e soprattutto da fare perché non succedano più queste drammatiche cose. La forza della natura, soprattutto in questi eventi straordinari e fatti eccezionali certamente si aggravano di fronte ad un modo di aggredire il territorio in termini selvaggi e senza alcuna regola, al punto tale che la cementificazione ed ogni altro intervento umano, anche gli incendi boschivi e quanto altro di violento prodotto dall’uomo nei confronti della natura, si ritorcono contro di lui prima o poi. Piangiamo sempre più vittime umane in queste tragedie nazionali o internazionali, come il tifone delle Filippine dei giorni scorsi, piangiamo anche i bambini morti nell’alluvione della Gallura di ieri notte, ma non piangiamo per nulla quando costruiamo e realizziamo opere che non possono essere fatte in determinati luoghi.

Non è la prima volta che registriamo questi drammi nazionali. Come non ricordare la tragedia del Vajont, i morti di Sarno degli anni scorsi. Speriamo solo, e preghiamo il buon Dio, ma ci raccomandiamo anche a quanti operano nel settore della protezione e della difesa dell’ambiente, a non violare ulteriormente il territorio per realizzare opere, infrastrutture e altre cose, spesso risultate inutili all’uomo e neppure portate a termine. Mettiamo in sicurezza la nazione almeno da un punto di vista ambientale.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social