PRESIDIO SANITARIO CENTRO, DALLA PISANA AVANTI CON LA SCURE. IL PDL DI FONDI: “PROVINCIA MERO BACINO ELETTORALE”

PRESIDIO SANITARIO CENTRO, DALLA PISANA AVANTI CON LA SCURE. IL PDL DI FONDI: “PROVINCIA MERO BACINO ELETTORALE”

I tagli del comparto sanitario operati dalla Regione nell’ottica di una razionalizzazione dei costi andranno avanti, con il presidio sanitario centro che nel prossimo futuro continuerà sulla via dello smembramento, già avviata da tempo. I vertici di via della Pisana, nonostante lo stato di agitazione di migliaia di utenti, non torneranno sui propri passi.

*Zingaretti*

*Zingaretti*

A confermarlo, un comunicato del Pdl di Fondi che segue le polemiche per il mancato incontro del presidente regionale e commissario ad acta della Sanità Nicola Zingaretti con la rappresentanza dei sindaci di Fondi, Monte San Biagio, Sperlonga, Lenola e Campodimele, giunta pochi giorni fa a Roma per tentare di intavolare una discussione sul tema del depotenziamento. Un viaggio inutile.

“A nulla sono servite le numerose ed accorate richieste formali di incontro, sollecitate con una nota inviata anche ai consiglieri regionali pontini. Nonostante l’interessamento diretto del consigliere regionale Giuseppe Simeone, i sindaci sono stati costretti ad autoconvocarsi”, recita il documento a firma del coordinatore Vincenzo Carnevale.

Gli esiti di tale gesto sono ormai noti. A non essere del tutto note, finora, le risultanze dell’incontro coi funzionari della segreteria di Zingaretti: “Le risposte ottenute sono state sommarie ed allarmanti. In pratica, si profila la prosecuzione della logica dei tagli, confermando che la riorganizzazione del presidio centro sarà una prerogativa del nuovo direttore generale dell’Asl di Latina, chissà quando incaricato e pienamente operativo, bocciando di fatto le richieste di assunzione in deroga più volte proposte dall’attuale direttore Renato Sponzilli”.

*Ospedale "San Giovanni di Dio" di Fondi*

*Ospedale “San Giovanni di Dio” di Fondi*

Niente di nuovo sotto il sole, dunque, se non la conferma dei timori che da qualche tempo sono tornati ad allarmare politica e cittadinanza. “Più volte abbiamo evidenziato il comportamento anomalo dell’attuale presidente della Regione, che sottintende una mancata assunzione di responsabilità a fronte di innumerevoli problemi del nostro territorio e un altezzoso atteggiamento politico. Ciò, ad ulteriore conferma che la provincia di Latina è considerata solo un bacino elettorale”.

Poi, Carnevale lancia una stoccata al centrosinistra di Fondi, di cui evidenzia “la mancanza di unità e la timidezza politica” sul caso sanità. “Fatta eccezione per pochissimi, non prende una posizione chiara ed ufficiale in merito al comportamento istituzionalmente sconveniente di Zingaretti e su una condotta amministrativa che sta portando progressivamente l’ospedale ‘San Giovanni di Dio’ alla paralisi e alla conseguente chiusura”.

Dal Pdl, che paventa, assieme alle altre forze di maggioranza, prossime iniziative a difesa del nosocomio, si continua comunque ad auspicare un incontro col governatore. A chiederlo, del resto, sono sindaci “di entrambi gli schieramenti politici, che rappresentano decine di migliaia di cittadini”.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social