STREET ART ALLA FERMATA DELL’AUTOBUS, ANCHE A TERRACINA LE PENSILINE SI COLORANO

Inattesa2013cancellettoby arianna baroneAnche a Terracina pensiline degli autubus artistiche con i colori e le forme di Cancelletto e Millo, due degli artisti coinvolti in ‘(In)Attesa-Art at the bus stop’, il progetto di riqualificazione urbana promosso da Turismo Creativo, da due anni promotore del festival di street art Memorie Urbane nel territorio del Basso Lazio. Come dire, “una manciata di minuti a colore”.

Dodici artisti in programma tra ottobre e dicembre 2013 per 24 pensiline sparse tra i Comuni di Gaeta, Terracina, Formia e Itri. Artisti contemporanei di estrazione diversa sono chiamati a portare l’arte alle fermate degli autobus, luogo di transizione, per suggerire una nuova “versione” dell’attesa. In ordine sparso saranno al lavoro Aloha Oe, Cancelletto, Hopnn, Camilla Falsini, Rocco Lombardi, Diego Miedo, Millo, Mp5, Opiemme , Jonathan Pannacciò , Giulio Vesprini, Zolta.Inattesa2013milloby arianna barone

Con Inattesa – Art at the bus stop ’arte di strada ribadisce la sua natura e missione pubbliche: “Vogliamo ridare vita e suscitare un interesse nuovo verso le pensiline delle fermate degli autobus, spesso abbandonate ed oggetto di atti vandalici, per ridestare un certo senso civico e di appartenenza” spiega il presidente di Turismo Creativo Davide Rossillo, che ha dato il via all’iniziativa quasi per caso l’estate scorsa con l’artista Borondo a Gaeta. Di qui il coinvolgimento non solo di Terracina, già partner con l’associazione Bucolica produzioni nel festival Memorie Urbane, ma anche di Itri con l’associazione Lokomotiv Music e di Formia.

In questo senso di appartenenza collettiva va anche la campagna di crowdfunding lanciata sul sito Eppela.com. Il cittadino qui ha l’occasione di diventare committente: con piccole offerte (si parte da due euro) non solo si sostiene il progetto di riqualificazione urbana della propria città ma si porta a casa anche qualcosa: il catalogo con gli interventi artistici di Inattesa; un soggiorno da trascorrere sulla Riviera d’Ulisse, una stampa d’arte, bottiglie di vino “disegnate” da street artist.

L’operazione si concluderà nella prima settimana di dicembre. Dal 15 dicembre sarà invece possibile visitare le pensiline con una navetta che girerà per le quattro città illustrando le caratteristiche di ogni artista. A quel punto il cerchio si chiude, “in attesa” che se ne apra uno nuovo. Nel segno dell’arte urbana.

Intervista su H24notizie http://tinyurl.com/n7uyazb

Video Teaser (by Blind Eye Factory) http://youtu.be/0BgBSG7PokI

(Foto di Flavia Fiengo e Arianna Barone)