LEGA PRO 2^ DIVISIONE, L’APRILIA CADE ANCORA: L’ISCHIA PASSA AL QUINTO RICCI

APRILIA – ISCHIO ISOLAVERDE   1 – 2

Aprilia: Ragni, Corsi, Frigerio, Amadio, Cafiero, Del Duca, Marfisi (58’ D’Anna), Rante, Barbuti (52’ Ferrari), Montella (65’ Petagine), Mazzarani. A disp: Caruso, Casantini, Fabiani, Marino. All.: Bilotta (Ferazzoli squalificato)


Ischia Isolaverde: Pane, Finizio (66’ Pedrelli), Mora, Nigro, Mattera, Cascone, Longo, Catinali (77’ Liccardo), Austoni (63’ Masini), Alfano, Schetter. A disp: Mennella, Rainone, De Francesco, Arcamone. All.: Campilongo

Arbitro: Zanonato di Vicenza

Assistenti: Cordeschi di Isernia, Maiorano di Rossano

Marcatori: 12’ Montella (A) rig, 37’ Mora (I), 86’ Masini (I).

Ammoniti: Austoni (I), Catinali (I), Barbuti (A), Rante (A), Mora (I).

Note: Spettatori 400 circa, angoli 5-1 per l’Aprilia, recupero 1’ pt, 5’ st.

Seconda sconfitta consecutiva per l’Aprilia. I pontini con panchina Bilotta (Ferazzoli squalificato) davanti al pubblico amico lasciano l’intera posta agli ischitani. Al termine della contesa valida per la decima giornata della Lega Pro di Seconda Divisione Girone B, l’Ischia Isolaverde passa al “Ricci” per (1-2). Aprilia in vantaggio al 12’ su rigore trasformato da Montella, per un fallo in area da tergo di Mattera su da Barbuti. Dal dischetto Montella spiazza Pane per (1-0). I minuti passano, l’Aprilia gioca sotto tono e l’Ischia squadra esperta conquista il centrocampo. Gli isolani trovano il pareggio al 37’, Mora da posizione angolata sulla sinistra lascia partire un tiro che sorprende Ragni insilandosi sotto la traversa Ragni (1-1). I pontini tornano in avanti al 41’ ma, Cafiero di testa non arriva su un lungo lancio in area. Termina la prima frazione di gioco.

Aprilia subito pericolosa al 47’ sinistro di Amadio da fuori area, Pane vola e mette in angolo. Al 54’ Marfisi su punizione getta la sfera in area, Cafiero colpisce, palla a lato. Ci prova D’Anna al 69’ il suo sinistro è intercettato da Pane. Risponde subito l’Ischia con un sinistro velenoso di Schetter dai venticinque metri, palla di poco sopra la traversa. L’Aprilia torna al tiro al 80’ destro di Amadio, Pane devia in angolo. La gara sembra incanalata sul pari, quando al 86’ da un errore difensivo di Corsi c’è il via libero per il contropiede ospite, contropiede finalizzato da Masini, che con il destro bacia l’angolino di Ragni, prima di insaccarsi nella rete locale (1-2). L’ultimo sussulto delle rondinelle arriva nei minuti di recupero al 93’, Cafiero indirizza un pallone in area, Mazzarani prova la conclusione ma, la retroguardia giallo – verde si rifugia in angolo. Poco dopo triplice fischio finale, gioia per l’Ischia, amarezza e delusione per l’Aprilia. Aprilia che ora deve davvero riflettere in vista delle due trasferte consecutive di Lamezia e Teramo.