IL TAR ANNULLA IL DINIEGO DEL COMUNE DI SAN FELICE A COSTRUIRE

IL TAR ANNULLA IL DINIEGO DEL COMUNE DI SAN FELICE A COSTRUIRE
*Il Tar di Latina*

*Il Tar di Latina*

Avrebbe voluto costruire una casa sul suo appezzamento di terreno in via del Colle a San Felice Circeo. E per essere in regola aveva presentato domanda di permesso a costruire al Comune. Ma si tratta di una istanza inoltrata all’amministrazione comunale nel 2008, sulla quale l’amministrazione si era pronunciata due anni dopo con un rigetto. E per la quale solo due giorni fa, a distanza di cinque anni, è arrivato pronunciamento giudiziale a chiudere la vertenza tra un privato e l’ente locale.

La proprietaria dell’appezzamento del terreno, di fronte al diniego del Comune, ha scelto di presentare ricorso al giudice amministrativo di Latina per chiedere l’annullamento dell’atto di negazione.

Se da una parte il Comune di San Felice a sostegno del suo pronunciamento aveva specificato che via del Colle era zona “C1”, ossia in un’area per la quale l’edificazione è subordinata all’approvazione di uno o più piani particolareggiati di iniziativa comunale; dall’altra la ricorrente aveva evidenziato che la zona era idonea all’urbanizzazione e, infatti, erano presenti altri insediamenti edilizi.

Il giudice amministrativo – ascoltate le ragioni delle parti ed esaminati gli atti di causa -ha accolto il ricorso, ritenendolo fondato in particolare nella parte in cui, secondo disposizione normativa art 10 legge 241/90, il Comune nel dare notizia alla ricorrente di avvio del procedimento di esame della richiesta a costruire non dava preavviso di rigetto, non consentendo alla titolare del lotto di via del Colle di integrare la sua istanza, magari, con elementi che potevano essere determinati per una eventuale decisione di accoglimento.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social