SCIPPI IN SERIE ALLA STAZIONE DI FONDI, ARRESTATO UN TRENTENNE

POLFER POLIZIA FERROVIARIAA finire in manette, il 30enne G.S., indiano, bloccato ieri presso lo scalo di Milano dalla Polfer, nell’ambito di una serie di accertamenti effettuati in collaborazione con il Commissariato di largo Evangelista. L’uomo è ritenuto responsabile di una violenta rapina registratasi nell’ottobre del 2012 alla stazione di Fondi ai danni di una 43enne del posto in attesa di un treno per Roma. Alle resistenze della donna nel consegnargli la borsa, lo straniero non aveva esitato ad assestarle due pugni, per poi dileguarsi col maltolto, qualche centinaia d’euro ed un ipod. Oltre a dei farmaci salvavita che la poveretta portava sempre con sé.

Gli agenti del vicequestore Massimo Mazio, allora, non impiegarono molto ad identificare il malvivente, peraltro gravato da altri precedenti di polizia e formalmente espulso dal territorio nazionale giusto un paio di settimane prima, dietro provvedimento del Prefetto di Latina, perché irregolare. Riconosciuto dalla vittima dai rilievi fotografici,  già nel settembre dello stesso anno il 30enne era stato arrestato in flagranza di reato per il furto di un’altra borsa sempre allo scalo di Fondi.


Sebbene identificato, dal giorno dello scippo poi sfociato in aggressione lo straniero si era reso irreperibile. Fino a lunedì, quando è stato appunto fermato, a Milano, dal personale della Compartimento ferroviario Lombardia. Su di lui, pendeva l’emissione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nel frattempo emessa dal Tribunale di Latina per i reati di rapina e lesioni personali.

Ora, i vertici del commissariato di Fondi non escludono nuovi, repentini sviluppi. L’indiano potrebbe infatti essere l’autore anche degli altri furti e rapine avvenute nel medesimo periodo nell’area del locale scalo ferroviario.