A CISTERNA POSATA LA PRIMA PIETRA DEL MONUMENTO AL PARACADUTISTA D’ITALIA

*Monumento Paracadutisti*
*Monumento Paracadutisti*

L’onore e la spettacolarità del paracadutismo italiano, esaltati in una manifestazione che ha coinvolto ed appassionato addetti ai lavori e cittadinanza.
Ieri mattina si è tenuta la cerimonia di posa della prima pietra dell’erigendo Monumento al Paracadutista d’Italia, l’unico in provincia, e l’inaugurazione della sezione locale dell’associazione A.N.P.d’I. a Cisterna.
L’evento è cominciato in Piazza XIX Marzo alle 9:30 con lo schieramento delle associazioni combattentistiche, d’Arma e di volontariato e con gli onori ai Gonfaloni ed al Medagliere Nazionale.

Presenti varie autorità tra cui il presidente Nazionale Paracadutisti d’Italia Generale Giovanni Fantini, il Colonnello Stelvio Baratelli della Brigata Folgore, il Tenente Colonnello Andrea Momo del Reparto territoriale Carabinieri del nord pontino, l’assessore Marco Muzzupappa in rappresentanza del sindaco Merolla, il Presidente dell’Istituto Nastro Azzurro di Latina Luigi Casalvieri, il dirigente del Commissariato di PS di Cisterna Walter Dian, il Comandante della stazione Carabinieri Giovanni Santoro, la rappresentanza del Corpo Forestale, il Vice Comandante della Polizia Locale Onorio Mazzoli, numerose associazioni d’arma e di volontariato, e veterani tra cui Sante Pelliccia, reduce della battaglia di El Alamein, che ha letto la preghiera del Paracadutista.


Presso il Monumento ai Caduti si è tenuta l’alzabandiera e la deposizione della corona di alloro, quindi la cerimonia si è trasferita nella rotatoria tra via Moro e via Giovani Vittime della strada, nel quartiere San Valentino, per la posa della prima pietra dell’erigendo monumento.
Qui, Ludovico Bersani, presidente provinciale dell’A.N.Pd.I. ha illustrato la spettacolare esibizione del lancio dei paracadutisti  Paolo Trevisani ed Enzo Marini dell’associazione sportiva “Flying Heroes”, Dimitri Zannella della Brigata Folgore, il paracadutista veterano Umberto Bersani, Pierluigi Ianiri, fiduciario del nucleo cisternese dell’A.N.P.d.I nonché organizzatore della manifestazione. Per ultimo Michele Pinna, esperto “precisionista”, è atterrato nel punto preciso in cui è stata posta, dopo la benedizione di Don Giovanni Castagnoli, la prima pietra del monumento insieme ad una pergamena firmata a ricordo della storica giornata.

Alle 12:30 la manifestazione è tornata nel centro di Cisterna, in piazza Cesare Battisti n.8, dove è stata inaugurata la sede del Nucleo Comunale Paracadutisti dell’A.N.P.d’I. intitolata ad “Elio Ianiri” con il consueto taglio del nastro. In quell’occasione sono stati anche consegnati gli attestati al 46esimo Corso paracadutisti che si è svolto a Cisterna da aprile a giugno scorsi.

“Ringrazio l’amministrazione comunale – ha detto Pierluigi Ianiri – nelle persone dell’assessore Muzzupappa e del Sindaco Merolla assente per impegni precedentemente presi. Auspico che questo tipo di manifestazioni, legate alla memoria storica ed al prestigio delle nostre forze armate, trovino nel tempo un numero sempre maggiore di interessati perché in esse si celebrano e rinnovano quei valori fondamentali ed edificanti per tutti. Ringraziato lo staff organizzativo della manifestazione, il presidente del gruppo “Flying  Heroes” Enzo Marini e – conclude Ianiri – trovo doveroso rivolgere un pensiero al paracadutista e pilota Elio Ianiri, scomparso per un incidente aereo nell’ottobre del 2004, al quale è dedicata la sede del nucleo A.N.P.d’I. di Cisterna”.