CISTERNA, ASSEGNATO L’APPALTO PER I PRIMI DUE PARCHEGGI FOTOVOLTAICI

CISTERNA, ASSEGNATO L’APPALTO PER I PRIMI DUE PARCHEGGI FOTOVOLTAICI
*Parcheggio Fotovoltaico via Monti Lepini*

*Parcheggio Fotovoltaico via Monti Lepini*

Prosegue l’iter dei progetti Plus, i piani urbani che stanno cambiando il centro di Cisterna. Nei giorni scorsi è stata assegnata la gara per la realizzazione del parcheggio fotovoltaico di via Monti Lepini. L’aggiudicatario è il Consorzio Artek, con sede in Roma, società che si occuperà dell’appalto di progettazione esecutiva e del compimento del parcheggio, in ragione del ribasso del 3,84% sull’importo a base d’asta di 154.062 euro.

L’intervento, il primo dei due previsti rispettivamente posti uno all’ingresso sud e l’altro nord del centro città, rientra nell’ambito del progetto di riqualificazione e sviluppo urbano, PLUS, finanziato dalla Comunità Europea per tramite della Regione Lazio.

Il parcheggio di scambio modale accoglierà 32 auto e sarà una stazione di produzione energetica fotovoltaica attrezzata con colonne di ricarica per alimentare auto e bici elettriche in affitto, il cosiddetto Car e Bike Sharing. Sorgerà sull’anello esterno del centro storico (precisamente all’incrocio tra via Monti Lepini e via Oberdan) così da renderlo prossimo alla stazione ferroviaria ed al centralissimo Corso della Repubblica.

Nella nuova area parcheggio si potranno noleggiare auto e bici elettriche, un incentivo per la buona prassi dell’interscambio tra il trasporto inquinante e quello sostenibile.

La caratteristica principale di questo innovativo progetto è la pensilina che servirà ad ombreggiare 14 posti auto e a sostenere i pannelli fotovoltaici atti a produrre la potenza necessaria ad assicurare il fabbisogno di 3 colonne di ricarica auto e 3 colonne di ciclo-ricarica.

Sarà quindi un sistema bipolare di parcheggi che produrrà circa 30Kw di energia pulita e che favorirà lo scambio modale da mezzi di trasporto a combustione con mezzi elettrici o ad energia motoria.

 

MEROLLA: “UN’IDEA DI CITTÀ PIÙ VIVIBILE E ATTRAENTE ATTRAVERSO UN CAMBIO CULTURALE DEL SUO UTILIZZO”

*Antonello Merolal*

*Antonello Merolal*

“Il dibattito che si sta animando in questi giorni nella città circa l’implementazione e l’avvio dei progetti PLUS non tiene conto di un elemento essenziale su cui questi si basano: un cambio culturale nell’utilizzo della città. I progetti, infatti, sono caratterizzati da una mobilità sostenibile e non invasiva, né inquinante del nostro territorio; rivolti ad attrarre interessi turistici ed imprenditoriali. Un esempio su tutti: gli incentivi per l’apertura o ristrutturazione delle attività commerciali nella nostra città. Progetti pertanto pensati e voluti per la città e per questo mi rammarico nel sentir dire che non li ho condivisi con questa.

A tal proposito voglio ricordare che a suo tempo fu fatta un’informazione capillare sfociata in un Consiglio comunale; una scelta voluta proprio per dar modo a tutti i gruppi politici di avere a disposizione un’opportunità istituzionale in cui portare il loro contributo. Ma qualcuno, di questa opportunità, ha voluto farne un’occasione per una mera e becera attività di contrasto all’amministrazione provocando in aula varie assenze, soprattutto da parte di coloro che oggi lamentano il mancato confronto e contestano i progetti…

Quindi i progetti PLUS sono interventi affatto isolati o a sé stanti bensì fanno parte di un’ampia visione che implica anche una rivisitazione generale della viabilità e della fruizione veicolare. In questo rientrano anche le sperimentazioni della Polizia Locale in varie zone della città come, recentemente, l’innesto dell’Appia Sud con la tangenziale.

E’ opportuno chiarire, infine, che non è, né mai è stato o sarà, intenzione di questa Amministrazione progettare o attuare interventi a dispetto di qualsivoglia categoria o cittadino. Al contrario, il suo unico obiettivo è di poter avere uno sviluppo armonioso della Città così da porre i presupposti per il benessere di tutti”.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social