RIPENSARE L’ISOLA ECOLOGICA A BORGO HERMADA, L’INTERVENTO DELLA ‘PRO BADINO’

RIPENSARE L’ISOLA ECOLOGICA A BORGO HERMADA, L’INTERVENTO DELLA ‘PRO BADINO’

isola 002In questi giorni sui giornali c’è grande enfasi per la  ripresa dei lavori all’isola ecologica di Borgo Hermada, con l’annuncio della presenza sul cantiere dell’assessore provinciale  all’ambiente, varie foto e dichiarazioni di personaggi politici.

Sorge così spontanea una domanda, si è cercato di capire i problemi  della zona, al di la dei proclami per attribuirsi la paternità dell’opera?

Il sito individuato ricade ormai al centro di Borgo Hermada, e, l’iniziativa se pur valida non può essere allocata in quell’area, che,invece, se adeguatamente attrezzata potrebbe essere utilizzata come parcheggio per le varie attività commerciali della zona, e per i visitatori del cimitero.

Provate ad immaginare, nell’arco dell’anno e in modo particolare d’estate, cosa potrebbe accadere, se l’isola ecologica cosi come progettata, ricevesse gli scarti dei rifiuti agricoli, il residuo delle lavorazioni degli impianti serricoli e delle cooperative agricole, gli odori nauseabondi , gli scarafaggi, gli insetti vari.  Diventerebbe una bomba ecologica. Ci si chiede allora cosa ne pensino gli enti preposti al controllo.

Già oggi, le strade centrali del Borgo vengono pulite una volta a settimana e parzialmente, risulta perciò difficile ipotizzare come potrebbe essere tenuta pulita l’isola ecologica.

Evidentemente la salute dei cittadini non conta poi molto, tenendo anche presente che a pochi centinaia di metri esiste un’area dedicata alle scuole, che accoglie circa 800 alunni.

Da non trascurare poi, che in questo modo, verrebbe a mancare quella giusta accoglienza per i vari turisti e residenti dell’intera fascia costiera, che va da Porto Badino fino al Circeo, per i quali Borgo Hermada, grazie ai numerosi servizi che offre (Banche, Poste, Farmacia  ecc), è diventata logisticamente di supporto.

Se veramente desideriamo un’isola ecologica a Terracina, occorre l’impegno di tutti per l’individuazione di un’area idonea,a supporto di tutta la città (Le Morelle resta sempre il sito ideale);  senza relegare alle periferie un’opera attivata per la differenziata.

Visto lo stato dei lavori (ancora nella fase iniziale) , chiediamo  al Presidente della Provincia e al Sindaco di sanare questa area e investire il finanziamento in altro  idoneo luogo, cosi da evitare successivamente nuove iniziative a difesa del Borgo.

***ARTICOLO CORRELATO***(Isola ecologica a Borgo Hermada, la visita dell’assessore provinciale Stefanelli-12 settembre)

***ARTICOLO CORRELATO***(A Borgo Hermada i lavori per ultimare l’isola ecologica-28 agosto)

 

You must be logged in to post a comment Login

h24Social