TERRACINA, RUBATA NEL CANALE UNA BARCA DEL VALORE DI 50MILA EURO

TERRACINA, RUBATA NEL CANALE UNA BARCA DEL VALORE DI 50MILA EURO
*Barca gemella di quella rubata*

*Barca gemella di quella rubata*

Un furto messo a segno la notte a cavallo tra martedì e mercoledì, poco prima delle 2, lungo le sponde del canale Mortacino, nel territorio di Terracina. Il mezzo trafugato, di proprietà di un giovane del posto, era ormeggiato nella parte più interna del corso d’acqua, presso una cooperativa di pescatori. A sparire nel nulla, una Italmar “Walk around” dalla lunghezza di sette metri, motorizzata con un 200 ed un piccolo 15 cavalli, entrambi di marca Suzuki. Una barca nuova di zecca: dal valore di quasi 50mila euro, era stata acquistata da appena una decina di giorni. E non era nemmeno assicurata per tutto il suo valore.

Senz’altro professionisti, coloro che hanno agito, addirittura parzialmente ripresi dalle telecamere a circuito chiuso di un vicino ormeggio. A dircelo, il modus operandi del colpo. Portato a termine con estrema sicurezza.

I malviventi – un paio, a quanto sembra – sono saliti sulla barca come nulla fosse, hanno piazzato delle canne da pesca in bella vista e, in modo da travisare il proprio volto, si sono muniti di cappellino. Sciolte le corde ed avviato il motore, eccoli dileguarsi verso il mare aperto. Non prima di aver rubato anche l’ausiliario dal gommone che era ormeggiato di fianco. E di essere passati, percorso obbligato, sotto l’occhio elettronico del sistema di videosorveglianza di un imbarcadero poco distante. Dove in quei momenti c’era anche un guardiano: notando le canne d’altura e l’aria rilassata, ha creduto che al timone della Italmar vi fosse il legittimo proprietario. Quest’ultimo, si è reso conto di quanto accaduto solamente qualche ora più in là. Quando ormai il grosso semicabinato aveva preso il largo già da un pezzo, di fatto dileguandosi col favore dell’oscurità.

Poco dopo la spiacevole scoperta, è partita la denuncia di rito presso il distaccamento locale della Capitaneria di porto, che ha avviato tutti gli accertamenti del caso.

 

You must be logged in to post a comment Login

h24Social