BORGO HERMADA, I CITTADINI ORGANIZZANO UNA PETIZIONE PER CHIEDERE MAGGIORE SICUREZZA

BORGO HERMADA, I CITTADINI ORGANIZZANO UNA PETIZIONE PER CHIEDERE MAGGIORE SICUREZZA

22sett 001Successo di affluenza di cittadini presso i due gazebi messi a disposizione dal Comitato Cittadino spontaneo che domenica mattina presso le due piazze della frazione ha raccolto le firme per una petizione popolare che riguardava varie carenze e le varie idee fattibili per avere una maggiore sicurezza al Borgo.

“Al di là nel numero di firmatari,è stato un vero e sentito interessamento della cittadinanza- dice Mario Pennella coordinatore dell’iniziativa- quello della sicurezza è un vero problema, tralasciato dalle istituzioni sino a quando non succede qualcosa di grave, ne possiamo elencare le varie e serie sfaccettature che investono questo argomento, che sottovalutate secondo noi, aprono le porte alla delinquenza e al disagio sociale”.

I cittadini del Borgo Hermada, in particolare i residenti ,con questa iniziativa vogliono sollecitare soprattutto l’Amministrazione Comunale affinché apra il dibattito con la popolazione e convochi un’assemblea pubblica per ascoltare le varie esigenze su questo argomento, e senza spese folli ripristinare la presenza delle istituzioni, di conseguenza la legalità in questa frazione, come per esempio :

1)Consolidare la presenza della polizia locale con una PATTUGLIA DI VIGILI URBANI esterna non chiusa in una stanza della delegazione ,secondo noi la presenza esterna è un deterrente .

2)DETERRENTII per la velocità su Via Cesare Battisti (bande rumorose, strisce pedonali a dosso) come si possono vedere negli altri borghi della provincia (Montenero, Vodice, Grappa, etc ) hanno senza dubbio risolto il problema.

3)ATTENZIONE prioritaria all’aumento della popolazione extracomunitaria senza permesso di soggiorno ( circa un terzo non è censita ) dati dell’anagrafe comunale , i quartieri a rischio devono essere più soggetti a controllo

4)Abbiamo notato un aumento di ATTI VANDALICI (anagrafe, chiesa ,scuole, giardini pubblici)

5)La QUIETE PUBBLICA in particolar modo quella estiva andrebbe tutelata non perseguitata.

Per questo e quant’altro che ci permetta un vivere civile sollecitiamo le istituzioni che intervengano e non rimangano passive alle richiesta dei cittadini.

Per il comitato cittadino MARIO PENNELLA

You must be logged in to post a comment Login

h24Social