TERRACINA, L’ASSOCIAZIONE ‘PRO BADINO’ E LA SICUREZZA SULLA PONTINA

DSC_0286L’associazione “Pro Badino”, tramite il suo presidente Arcangelo Palmacci torna ad affrontare il discorso sulla viabilità e la messa in sicurezza della Pontina dal Km 103,00 (ex discoteca Papillon) al 107,750 (ex Pagoda) causa la sua pericolosità assoluta.

Il tratto di Pontina (ormai riconducibile a una viabilità urbana) è a elevato indice di pericolosità anche a causa innumerevoli accessi a raso dei lidi, delle attività commerciali, e degli incroci stradali.In tale contesto, utilizzando i percorsi collaterali, attraverso una contestuale sistemazione della viabilità con degli spazi pedonali/ciclabili, operando in regime di sicurezza stradale è possibile dare un maggior grado di sicurezza.


Sulla Pontina, all’altezza dell’accesso di Terracina lato mare Via Pontina Km107,750 in fase di realizzo non si è pensato minimamente ai residenti, ai turisti, alle numerose attività commerciali, come alberghi, ristoranti, centri commerciali ecc., ma si è realizzato qualcosa di diverso rispetto alla progettazione iniziale arrecando confusione e notevole pericolo.

La situazione esistente nei due incroci non agevola la sicurezza del traffico veicolare a causa della elevata velocità mantenuta dall’utenza; inoltre, l’attuale conformazione degli incroci non favorisce l’incolumità delle persone.

I proclami elettorali si sono sprecati da parte di personaggi di diversi schieramenti politici per attribuirsi la paternità della nuova rotonda sulla pontina, ma, dall’altra non si è cercato di capire i problemi della zona.

Prima che succeda qualcosa di grave, è necessario un intervento immediato della messa in sicurezza della strada, con la realizzazione di una nuova rotatoria.
La stessa comporterebbe cosi la necessità per gli automobilisti di diminuire la velocità, con la possibilità ai mezzi, che normalmente escono dalle strade laterali, d’ immettersi sulla Pontina con maggior sicurezza.

E’ necessario che tutti gli enti interessati (Regione Lazio, Prefettura, ASTRAL, Provincia e Comune) intervengano urgentemente, al fine di realizzare una nuova rotatoria all’altezza del km 106,200 (adiacente al Ristorante dei Dodici), teatro di numerosi incidenti anche mortali, che, oltre ad avere benefici sulla regolarizzazione della viabilità, ha come principale scopo quello di limitare la velocità di percorrenza del tratto di strada in esame.