SLITTA IL PROCESSO PER I QUATTO COINVOLTI NEL TRAFFICO DI COCAINA DALLA COLOMBIA

SLITTA IL PROCESSO PER I QUATTO COINVOLTI NEL TRAFFICO DI COCAINA DALLA COLOMBIA

Ovuli di cocainaSlittato il processo a quattro latinensi, arrestati nel febbraio scorso dalla Guardia di finanza e accusati di un traffico di cocaina tra la Colombia e l’Italia.

Gli imputati hanno chiesto un giudizio abbreviato, ovvero allo stato degli atti, condizionato ad ascoltare un testimone e il giudice per l’udienza preliminare del Tribunale di Civitavecchia, Raffaella De Pasquale, accogliendo la richiesta ha aggiornato il processo al prossimo 26 settembre.

Sotto accusa Francesco Capozzi, 50 anni, e i pregiudicati Maurizio Santucci, Francesco Coluzzi e Mario Nardone. I finanzieri del Nucleo provinciale di polizia tributaria, avevano seguito Coluzzi e Santucci, che si erano recati all’aeroporto di Fiumicino a prendere Capozzi, appena rientrato da Bogotà.

I tre, tornati a Latina, si erano recati in un appartamento di via Ustica, al lido, preso in affitto da Nardone. Scattato il blitz, le Fiamme gialle avevano recuperato alcuni ovuli appena espulsi da Capozzi e altri li avevano poi recuperati una volta condotto il 50enne in ospedale. Quest’ultimo, dalla Colombia, aveva importato circa 350 grammi di cocaina purissima allo stato liquido. I quattro, difesi dagli avvocati Angelo Palmieri, Sandro Marcheselli, Alessia Vita, Carla Bertini e Riccardo Amadei verranno giudicati giovedì prossimo.

***ARTICOLO CORRELATO*** (Dalla Colombia a Latina con sette ovuli di cocaina nello stomaco. Arrestati in quattro – 12 febbraio -)

You must be logged in to post a comment Login

h24Social