BOLLETTE TARES A CISTERNA, MEROLLA REPLICA ALLE ACCUSE DI CAPITANI

*Antonello Merolal*
*Antonello Merolal*

Bollette Tares corrette ed incarico esterno opportuno e trasparente affinché non debbano gravare sui contribuenti eventuali errori determinati da una normativa in continua evoluzione.

Il sindaco Merolla, dunque rispedisce al mittente quanto affermato da Domenico Capitani sui giornali relativamente alle bollette Tares che sono state recapitate in questi giorni a Cisterna di Latina.


“Vorrei far notare a Capitani – dice Merolla – che prima di tuonare su questo tema contro l’amministrazione sarebbe stato il caso si fosse confrontato con l’assessore al bilancio, da lui indicato per la nomina. Entrando nel dettaglio di quanto asserito, fugo ogni dubbio confermando che le bollette sono corrette e che pertanto gli importi riportati vanno versati.

Circa l’indicazione del numero di delibera, si tratta di un refuso di trascrizione in quanto è stato indicato il numero delle proposta (n.133 del 20.06.2013) anziché della delibera (n.107 del 27.06.2013 pubblicata sull’albo pretorio on-line disponibile sul sito web comunale) che, tuttavia, conferma per intero il contenuto della prima e quindi in nessun modo inficia la bolletta.

Per quanto riguarda il ricorso ad una società esterna al fine di elaborare la tariffazione, voglio ricordare a Capitani che il suo assessore ha ben lavorato in quanto è stata espletata un’indagine di mercato e sono pervenuti tre offerte e precisamente quella della Cisterna Ambiente (€ 20.000 + iva), quella della Myo srl del gruppo EDK ( € 6.700 + iva) e quella della Delfino & Partners (€ 4.678 + iva). Pertanto l’incarico è stato affidato alla Delfino & Partners, già collaboratrice di questo comune, avendo presentato l’offerta più vantaggiosa ed un curriculum più qualificato per la definizione della tariffazione Tares.

La decisione di utilizzare ancora Equitalia per il servizio di riscossione, scelta consentita dalla legge fino al 31 dicembre prossimo, è stato determinato dal fatto che l’indizione di una nuova gara per l’affidamento dell’incarico avrebbe richiesto troppo tempo e sicuramente una lievitazione dei costi.Il costo complessivo del servizio è la somma dei costi indicati dalla società Cisterna Ambiente, che gestisce la raccolta dei rifiuti, confermati e controllati dall’ufficio Ambiente del Comune che ha predisposto il modello M.U.D. (Modello Unico di Dichiarazione Ambiente) dove è facile identificare sia i costi fissi che quelli variabili.

Troppo semplicistico, e non me lo aspetto da chi è impegnato come amministratore, dire che basta scaricare un modulo dal sito internet del ministero: Capitani sa benissimo che non è così essendo anche un imprenditore del settore”.

“Capisco che in questo momento di grande difficoltà economica, politica, sociale – continua Merolla – non è facile affrontare le difficoltà dei cittadini soprattutto perché la tassazione imposta dal governo centrale è alquanto vessatoria nei confronti dei cittadini ma sicuramente non è buona cosa tuonare contro chi, anche sapendo di essere impopolare, fa il proprio dovere con correttezza e con professionalità.
Anzi è in questi momenti che la politica dovrebbe far quadrato affinché, tutti insieme, si possano trovare le giuste soluzioni alle istanze dei cittadini.

Se Capitani ritiene che il proprio assessore non abbia svolto bene il suo incarico, prendesse le conseguenti decisioni.
Ribadisco alla cittadinanza che le bollette Tares recapitate sono corrette e che comunque si tratta di acconto sulla futura definizione delle tariffe che il governo centrale, con il DL del 28 agosto scorso, ha ulteriormente modificato”.