FINDUS CISTERNA, ACCORDO DEFINITO: 55 LAVORATORI LASCIANO VOLONTARIAMENTE

findus_2Sono addirittura 55 gli operai dello stabilimento Findus di Cisterna che hanno deciso di lasciare volontariamente il loro posto di lavoro dopo i recenti sviluppi della vertenza sindacale.

Ieri pomeriggio nella sede di Confindustria Latina, Cgil, Cisl, Uil e Ugl hanno definito l’accordo sugli esuberi.


L’azienda chiedeva l’uscita di 51 persone, una quota che è salita a 55 per volontà degli stessi lavoratori.

La  buona uscita offerta dall’azienda ammonta a 76.500 euro lordi per ogni unità, più il TFR e tre anni di mobilità.

“E’ la scelta personale e ragionevole di molti lavoratori – dice Giovanni Gioia, segretario provinciale della della Flai Cgil – ma anche il segnale che non c’è grande fiducia nel destino di questa azienda. Abbiamo tamponato questa situazione di emergenza e siamo relativamente soddisfatti per come è andata ma ci sono ancora tante domande che attendono di ricevere una risposta chiara dalla dirigenza Findus”.

Domani mattina in Regione Lazio verrà siglato ufficialmente l’accordo alla presenza, oltre che dei sindacati e dei rappresentanti Findus, anche degli amministratori dei Comuni coinvolti e dei funzionari del Ministero del Lavoro.