A BORGO HERMADA I LAVORI PER TERMINARE L'ISOLA ECOLOGICA

A BORGO HERMADA I LAVORI PER TERMINARE L'ISOLA ECOLOGICA

DSC_0087Dopo la realizzazione del primo stralcio dei lavori, costati oltre 45 mila euro e incassati i 220 mila euro residui, il Comune di Terracina ha attivato nel mese di aprile la procedura burocratica per la selezione del soggetto che doveva eseguire il secondo stralcio e a fine luglio ha assegnato l’incarico.

Dopo la pausa ferragostana, la ditta è pronta all’esecuzione dei programmati lavori di muratura e infrastrutturali, capaci alla fine dell’anno di consegnare alla città un importante complesso che andrà a inserirsi di diritto nel virtuoso processo del ciclo integrato dei rifiuti.

“Con questa isola ecologica, estremamente tipicizzata sul mondo agricolo, il Comune di Terracina – afferma il consigliere provinciale Rossano Alla – inizia a congegnare una serie di interventi, che permetterà di dotarsi di strumenti necessari alla chiusura del ciclo dei rifiuti.
L’isola ecologica servirà tutto il mondo agricolo, perché raccoglierà il residuo delle lavorazioni degli impianti serricoli, trattandoli in funzione anaerobica e permettendo di declassificare questi rifiuti, che hanno un grosso impatto anche in termini economici nello smaltimento soprattutto per le imprese.
Sarà un utile strumento e anello prezioso nel redigendo progetto delle Morelle, in cui si prevedono altri elementi per la costruzione di percorsi di differenziazione dei rifiuti.

Tutto questo consentirà a Terracina, in maniera graduale, di inserirsi a pieno titolo nel campo della raccolta dei rifiuti differenziati, che oggi ci vede fanalino di coda a livello provinciale.In questi due anni – termina Alla – abbiamo posto le premesse, oggi iniziamo a raccoglierne i frutti”.

“Siamo ormai arrivati allo stralcio più importante, quello che ci condurrà all’apertura dell’isola ecologica di Borgo Hermada – dichiara il sindaco Nicola Procaccini.E’ un progetto finanziato dalla Provincia di Latina a cui devo dare atto e merito, in particolare al consigliere provinciale Rossano Alla che si è occupato di seguire tutto l’iter.

L’isola ecologica è soprattutto dedicata agli imprenditori agricoli, ma anche per tutti i cittadini che potranno così utilizzare l’isola per smaltire le potature, perché sappiamo che in alcune zone della città, come in via San Felice, via Terracina e le migliare, soprattutto durante il periodo estivo, l’abbondanza di questi rifiuti crea diverse difficoltà. Un’isola ecologica pronta anche a ricevere i cosiddetti rifiuti elettronici: dai frigoriferi ai televisori, per cui ogni cittadino avrà la possibilità di smaltirli direttamente.

Aggiungo, inoltre, che nell’area è prevista una zona didattica per i bambini riservata all’educazione del corretto smaltimento dei rifiuti.
Iniziativa che rientra nella nostra rivoluzione che è sì ambientale ma soprattutto culturale e che deve portare i terracinesi ad avere un approccio diverso con lo smaltimento dei rifiuti.Un approccio più responsabile, certamente più difficile, perché ognuno singolarmente dovrà impegnarsi nel fare la differenziata in maniera più appropriata.Però i vantaggi che se ne ricaveremo – termina Procaccini – saranno fondamentali per l’intera comunità”:

You must be logged in to post a comment Login

h24Social