CASO ASER, LA CORTE DEI CONTI: EX CONSIGLIERI DI APRILIA RESTITUISCANO 18 MILIONI

EPSON DSC pictureInizierà il 25 settembre il procedimento della Procura presso la Corte dei Conti a carico dell’ex sindaco di Aprilia Calogero Santangelo e degli ex consiglieri comunali Pio Nicolò, Marco Moroni, Arnaldo Cocilova, Antonello Santangelo, Elia Bacchin, Cataldo Cosentino, Sergio Corbolino, Dino Taibbi, Luciano Coser, Giuseppe Colaiacovo, Luigi Tartaglia, Giorgio Nardin, Alfondo Longobardi, Roberto Boi e Michelino Telesca, relativamente al danno erariale provocato dal contratto che il Consiglio Comunale approvò nel 2007 con Aser e Tributi Italia sulla gestione della riscossione delle tasse comunali. Un nuovo contratto – definito addendum – che avrebbe sfavorito le casse del Comune. Il Comune di Aprilia, rappresentato dagli avvocati Domenico Apice e Antonio Pazaglia, si è costituito in giudizio e la comunicazione è stata notificata a fine agosto a tutti gli interessati.

A pagare, per la Procura presso la Corte dei Conti, dovranno essere coloro che hanno approvato quel contratto: si parla di oltre 18 milioni di euro che dovranno rientrare nelle casse del Comune.

Secondo l’autorità giudiziaria contabile l’addendum «…si è rilevato foriero di ulteriori danni erariali sia perché l’atto conteneva clausole peggiorative dell’originaria convenzione e sia perché anche la gestione successiva al 2007 ha potuto far emergere ulteriori irregolarità, illiceità, mancati versamenti e inadempimenti da parte di Aser e Tributi Italia».

You must be logged in to post a comment Login

h24Social