VENTOCLASSIC, IL 3 SETTEMBRE CONCERTO NEL CARCERE DI SANTO STEFANO

VENTOCLASSIC, IL 3 SETTEMBRE CONCERTO NEL CARCERE DI SANTO STEFANO
*Duo Lombardi-Viti, concerto del 17 agosto*

*Duo Lombardi-Viti, concerto del 17 agosto*

Dopo il successo delle prime due date, il 12 e il 17 agosto, Ventoclassic, la rassegna di musica classica dell’isola di Ventotene ideata e diretta da Piero Viti, sceglie come suggestivo scenario dell’ultimo concerto il carcere dell’isola di Santo Stefano, straordinaria cornice di uno spettacolo di musica e parole costruito sulle atmosfere, l’acustica e la storia stessa della struttura.

L’esperimento, avviato lo scorso anno, è stato documentato da un video presentato per la prima volta al pubblico il 17 agosto scorso, durante la serata organizzata in zona Granili, a Ventotene. “Operissima – Live in Santo Stefano”, girato dal regista Claudio Giuffrè, è stato prodotto dall’Area Marina Protetta- Riserva Naturale Statale Isole di Ventotene e Santo Stefano. Girato nell’estate del 2012 all’interno del carcere di Santo Stefano, il video ha permesso al pubblico di rivivere uno spettacolo musicale inedito, interpretato dal duo flauto e chitarra Salvatore Lombardi e Piero Viti, una delle formazioni cameristiche più apprezzate nel panorama musicale mondiale. “Operissima” ha proposto alcuni dei maggiori successi del repertorio dell’Opera destinati in origine ad essere eseguiti proprio nella struttura architettonica gemella al carcere di Santo Stefano: il Teatro San Carlo di Napoli. A seguire, nel corso della serata, Lombardi e Viti hanno offerto al pubblico, dal vivo, alcuni brani tratti dal loro nuovo cd in uscita, Il suono di Partenope, prodotto dal Conservatorio di musica di Avellino.

Il 3 settembre, ore 12.30, il carcere borbonico dell’isolotto di Santo Stefano riapre quindi le sue porte alla musica classica per replicare l’esperienza straordinaria di una performance musicale profondamente legata alle storie celate tra le mura dell’antico penitenziario. Lo spettacolo, intitolato “Nascette ‘mmiezo ‘o mare”, vedrà protagonista, in un concerto intervallato da letture, la cantante Marina Bruno, una delle maggiori voci sulla scena napoletana, che ripercorrerà le atmosfere di sofferenza e speranza con una rilettura della vita del carcere attraverso la cultura musicale popolare e d’autore. Ad accompagnare l’artista sarà Ernesto Lama, uno degli attori emergenti del Teatro partenopeo, che leggerà testi di Settembrini, Pertini e Spinelli. Si esibiscono i musicisti Mimmo Maglionico (fiati), Giovanni Migliaccio (voce e chitarra), Emidio Ausiello (tamburi a cornice), Carmine D’Aniello (voce e chitarra battente). Anche questo secondo spettacolo nel carcere diventerà un video, girato dalla regista napoletana Simona Cocozza, arricchito di vari contributi e suggestive immagini dell’isola di Santo Stefano.

Ventoclassic, arrivato quest’anno alla sua il Festival di musica classica, è ormai un appuntamento consolidato dell’estate di Ventotene. La manifestazione, ideata e diretta dal chitarrista Piero Viti, è promossa dall’Area Marina Protetta-Riserva Naturale Statale Isole di Ventotene e Santo Stefano, con il patrocinio del Comune di Ventotene, in collaborazione con l’Associazione “Accademia Mediterraneo Arte & Musica” e l’Associazione “Terra Maris”.

Il pubblico potrà raggiungere Santo Stefano dal porto dell’isola di Ventotene con delle barche messe a disposizione dall’organizzazione del Festival

 

Note biografiche dei musicisti

Marina Bruno nasce a Castellammare di Stabia, in provincia di Napoli, nel 1974. Molto presto entra a far parte della compagnia di Roberto De Simone, Media Aetas, con la quale comincia una proficua e duratura collaborazione. L’esordio con il Maestro avviene nel 1996 nello spettacolo L’Opera dei Centosedici, rappresentato in prima assoluto al Teatro Antico di Taormina. A questo lavoro fanno seguito tanti altri, sempre da protagonista. Dal 2003 al 2005 è stata la voce solista del “Neapolis Ensemble”, gruppo con il quale ha tenuto oltre 60 concerti in tutto il mondo. Nel febbraio del 2007 è stata voce solista del concerto “A sud di Mozart” al teatro Mediterraneo di Napoli con “I solisti di Napoli”. Ha intrapreso dal 2008 un nuovo viaggio musicale che la vede solista del “Marina Bruno ensemble”, gruppo formato da musicisti di valore assoluto che interpreta il repertorio della musica popolare accostandolo a brani inediti e della tradizione classica partenopea. A Natale del 2009 è stata voce solista nella sacra rappresentazione “Ecco il Messia “ di Roberto De Simone. Dal 2010 è fondatrice e voce solista della “Orchestra Neapolitana di musiche migranti”, ensemble di 13 elementi provenienti da vari continenti con il quale ha chiuso il concerto Euromediterraneo al Teatro San Carlo di Napoli. Nel 2013 è la voce del progetto “Sacred in Jazz – Stabat Mater” con il Giuliana Soscia & Pino Jodice Quartet.

Piero Viti, chitarrista napoletano, è vincitore di numerosi Concorsi nazionali ed internazionali, ha all’attivo un’intensa e acclamata attività concertistica come solista e in insiemi cameristici (in duo con il flautista Salvatore Lombardi e con i chitarristi Paolo Lambiase e Nello Alessi, in quartetto con il “Trio chitarristico di Roma”), tenendo concerti e recitals anche come solista con orchestra per le maggiori istituzioni concertistiche in Italia, Usa, Russia, Germania, Austria, Svizzera, Spagna, Ungheria, Romania, Slovenia. È stato inoltre ospite di programmi radiofonici e televisivi. Ha collaborato con vari artisti tra cui: Michele Placido, Ambra Angiolini, Pamela Villoresi, Vincenzo Failla, Leonardo Quadrini, l’Alaria Chamber Ensemble e Jenny Sorrenti. Ha inciso numerosi CD tutti favorevolmente accolti dalla stampa specializzata internazionale. È docente titolare di Chitarra presso il Conservatorio “N. Sala” di Benevento ed ha tenuto corsi in prestigiose sedi internazionali. Intensa, anche, la sua attività di giornalista (per le riviste “Guitart” e “Falaut”) e di musicologo, con la pubblicazione di numerosi lavori sulla chitarra. È stato direttore artistico di manifestazioni di carattere internazionale: dal 2005 è direttore artistico del Festival Ventoclassic nell’Isola di Ventotene e dal 2009 del Premio Internazionale Domenico Cimarosa di Aversa.

Duo Salvatore Lombardi – Piero Viti. Il duo Salvatore Lombardi & Piero Viti nasce nel 1985 e, con i suoi 25 anni di attività, è uno dei duo flauto e chitarra più “longevi” sulla scena musicale internazionale. Apprezzati da pubblico e critica per il costante impegno rivolto nella valorizzazione del repertorio originale della formazione e per l’inconfondibile ‘sound’ delle loro esecuzioni, i due musicisti hanno affrontato le maggiori pagine della letteratura dell’insieme, contribuendo, inoltre, con proprie ricerche, alla riscoperta di capolavori del passato; tantissimi, anche, i “nuovi” lavori tenuti a battesimo, molti dei quali scritti e ricevuti in dedica da numerosi compositori italiani e stranieri.. Vincitori di numerosi Concorsi nazionali ed internazionali, Lombardi & Viti tengono regolarmente concerti nelle più prestigiose sedi concertistiche internazionali, applauditi da pubblico e critica. Numerose, inoltre, le partecipazioni a programmi radiofonici e televisivi, tra cui la registrazione di un recital più volte trasmesso in replica dalla Radio Vaticana. Per i 25 anni di attività il duo Lombardi-Viti ha ricevuto nel 2011 il “Premio alla Carriera” assegnato dal Festival Internazionale della Chitarra di Fiuggi.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social