PRESO A PUGNI IL COMANDANTE DELLA POLIZIA LOCALE DI GAETA

PRESO A PUGNI IL COMANDANTE DELLA POLIZIA LOCALE DI GAETA
*Il comandante Donato Mauro*

*Il comandante Donato Mauro*

AGGIORNAMENTO – Violenta aggressione ai danni del comandante della polizia locale di Gaeta Donato Mauro. Spinte e pugni per il dirigente e comandante dei vigili questa mattina, mercoledì, proprio nei pressi del comando. Aggressione in seguito alla quale l’ufficiale ha avuto bisogno delle cure del pronto soccorso dell’ospedale Dono Svizzero di Formia presso il quale si è recato.

Secondo la ricostruzione dei fatti, il comandante Mauro, è stato allertato nella mattinata di oggi, mercoledì, della presenza di un uomo trovato a riposare all’interno di una grossa cabina in metallo che si trova a ridosso del comando, lato nord, e che contiene un generatore elettrico. Che si tratta poi della stessa cabina che solo qualche settimana fa è stata oggetto di un’altro duro scontro, stavolta solo verbale, tra lo stesso Mauro e il consigliere Pdl Edoardo Accetta. Controversia che ha richiesto anche l’intervento dei carabinieri interpellati da Accetta dopo che il comandante si sarebbe opposto alla veemente richiesta del consigliere di identificare un ragazzo introdottosi nella cabina per recuperare il proprio telefono cellulare nascosto li per gioco da alcuni amici del giovane. E che il comandante avrebbe aiutato nel ritrovamento.

Ma per tornare alla violenta aggressione, constatata l’effettiva presenza di uomo all’interno della capiente intercapedine della cabina, il comandante gli ha immediatamente intimato di liberare quel posto dove, presumibilmente, stava riposando. Dopo essere effettivamente uscito, sono state però chiare da subito le violente intenzioni dell’uomo che, senza preavviso, ha colpito al volto il comandante Mauro facendogli perdere gli occhiali. A quel punto il comandante dei Vigili ha cercato la difesa, tentando di immobilizzare il suo aggressore, che per tutta risposta lo ha spinto con forza facendolo cadere pesantemente a terra. Tutto si è svolto in pochi attimi e neanche alcune altre persone presenti sul posto, tra le quali altri vigili urbani, hanno potuto immobilizzare l’aggressore che si è dileguato fuggendo di corsa.

Tuttavia secondo lo stesso ufficiale di polizia locale aggredito dovrebbe trattarsi di uomo di origine straniera, di una certa prestanza fisica, e già visto aggirarsi altre volte in quel preciso posto del quale, forse, potrebbe essere un abituale frequentatore. Potrebbero per questo motivo non essere allora particolarmente difficile le attività di identificazione, peraltro già a buon punto. Intanto sarà il comandante in persona a provvedere a inviare alla Procura della Repubblica di Latina l’informativa di reato.

Per lui, a seguito della diagnosi del pronto soccorso del nosocomio formiano, che ha evidenziato oltre a varie contusioni anche la frattura di un dito, saranno necessari venti giorni di prognosi.

 

POLIZIA LOCALE, UN’ESTATE BOLLENTE

*La foto pubblicata sull'edizione on line di 'La Repubblica'*

*La foto pubblicata sull’edizione on line di ‘La Repubblica’*

Quando si dice: gli strani casi del destino. Il caso strano, nella fattispecie, accadeva sempre questa mattina quando, proprio mentre si consumava un’altra aggressione ai danni del comandante della polizia locale di Gaeta Donato Mauro, il sito internet del quotidiano La Repubblica pubblicava una foto fornita da un utente che raffigurava a bordo di un ciclomotore, con un certo grado di pericolosità, tre persone, tra le quali una bimba. Tutti col casco, una di queste persone erroneamente riconosciuta come vigilessa in un primo momento, la foto con questa dicitura è rimasta on line per almeno tre ore, in realtà un’ausiliare del traffico.

Una estate climaticamente non tra le più calde, è stata però certamente tra le più bollenti per il comando di polizia locale di Gaeta. Non solo per le beghe tra il comandante e alcuni membri dell’amministrazione comunale, su tutti il consigliere Accetta con il quale Mauro intrattiene un sofferto rapporto da ormai oltre un anno – tra i due anche aggressioni e denunce -, ma anche a causa di un personale oramai ridotto all’osso anche a causa di vertenze giudiziarie portate davanti al Tar da vigili stagionali, ai quali non è stato rinnovato il contratto e che, per questo motivo, hanno chiesto ed ottenuto la revoca di bandi per nuove assunzioni.

Come se non bastasse, alcune settimane fa sono arrivati anche i controlli dei carabinieri sugli assenteisti, che hanno colpito altri due membri in organico con una denuncia penale per truffa. Uno dei quali sospeso dal servizio.

 

You must be logged in to post a comment Login

h24Social