GAETA, LAVORI ALLA CHIESA ''DEGLI SCALZI''. LA PROCURA APRE UN'INCHIESTA

GAETA, LAVORI ALLA CHIESA ''DEGLI SCALZI''. LA PROCURA APRE UN'INCHIESTA
*La Chiesa "degli Scalzi''*

*La Chiesa “degli Scalzi”*

La Procura della Repubblica di Latina ha aperto un’inchiesta sull’affidamento alla ditta Rcr Edilizia Srl di Napoli da parte della parrocchia di Santi Cosma e Damiano a Gaeta. Vuole vederci chiaro il pubblico ministero titolare dell’indagine. La segnalazione di presunte illegittimità nella procedura di costituzione dell’iter per l’affidamento era stata effettuata dal consigliere comunale Marina Costabile nel corso di una seduta della commissione consiliare di controllo e garanzia.

E la stessa Costabile è stata già sentita nelle scorse settimane dalla Guardia di Finanza di Formia in merito alle segnalazioni scaturite a margine della seduta di commissione. Una serie di eccezioni sulle quali la Procura avrebbe ravvisato profili poco chiari sui quali, a questo punto, ha ritenuto opportuno indagare. A ricevere l’incarico per svolgere gli accertamenti investigativi sono stati i carabinieri di Gaeta.

Ma cosa c’è che non va in quell’affidamento? Anzitutto va detto che il finanziamento, dell’importo complessivo di 200mila euro, arriva dal Ministero dell’Economia e delle Finanze già nel 2006. Del totale dell’importo, 50mila euro sono stati già liquidati durante la passata amministrazione Raimondi per tutta una serie di lavori esterni alla Chiesa di Santa Maria di Porto Salvo, meglio conosciuta come Chiesa degli Scalzi. I restanti 150mila euro sono arrivati solo qualche mese fa all’amministrazione comunale. Ma l’aspetto sul quale bisogna fare chiarezza riguarda il fatto che a redigere il bando per l’affidamento per questi nuovi stralci d’intervento, come stazione appaltante, e al quale hanno partecipato quattro ditte campane, ci pensa direttamente la parrocchia con una procedura negoziata e non ad evidenza pubblica. E proprio su questo punto, infatti, si riunisce la commissione controllo e garanzia.

Nel frattempo, inoltre, il Comune di Gaeta riconosce alla stessa parrocchia anche una convenzione per il comodato d’uso gratuito della chiesa per 99 anni. Convenzione sulla quale l’attuale assessore ai lavori pubblici Cristian Leccese tiene a precisare come l’amministrazione Mitrano non abbia fatto altro che darne realizzazione dopo l’approvazione avvenuta già con la passata amministrazione Raimondi. Sta di fatto che mentre la chiesa passa di fatto sotto la gestione e il controllo della parrocchia, questa predispone un bando di affidamento per i lavori da realizzare.

*Il Mausoleo di Lucio Sempronio Atratino*

*Il Mausoleo di Lucio Sempronio Atratino*

Inoltre, appena un anno e mezzo fa circa, la stessa Rcr edilizia chiede ed ottiene dall’attuale sindaco Cosmo Mitrano, allora non ancora primo cittadino, la realizzazione gratuita di una serie di lavori al mausoleo di Lucio Sempronio Atratino che si trova nel parco regionale Riviera di Ulisse del quale lo stesso Mitrano è ancora commissario.

Può una parrocchia, che non è un ente pubblico, funzionare da stazione appaltante per lavori pubblici a un bene comunale? Si tratta a questo punto di una domanda alla quale dovrà rispondere la Procura che, allo stesso tempo, dovrà anche rilevare eventuali irregolarità alle procedure di affidamento.

PDF Deliberazione Commissario Straordinario – Mausoleo Lucio Sempronio Atratino

 

***ARTICOLO CORRELATO*** (Gaeta, Chiesa ”degli Scalzi”: al via i lavori di restauro e consolidamento – 12 marzo -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Gaeta, lavori alla Chiesa ”degli Scalzi”: convocata la commissione controllo e garanzia – 4 aprile -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Gaeta, lavori al Mausoleo e alla Chiesa ”degli Scalzi”: vince sempre la Rcr – 5 giugno -)

You must be logged in to post a comment Login

h24Social