SPERLONGA, 35ENNE DI PRIVERNO DENUNCIA DI ESSERE STATA MALMENATA… MA NON E' VERO

SPERLONGA, 35ENNE DI PRIVERNO DENUNCIA DI ESSERE STATA MALMENATA… MA NON E' VERO

interno ambulanzaDenuncia un’aggressione fisica da parte dell’interlocutore occasionale con cui si trovava in auto, un vecchio fuoristrada, viene trasportata presso il Pronto Soccorso dell’ospedale “Alfredo Fiorini” di Terracina ma, dopo un’accurata visita di controllo, viene dimessa senza che le sia stata riscontrata traccia di violenza di alcun genere.

Protagonista della vicenda una 35enne donna di Priverno che, verso le sedici di Ferragosto, si trovava a transitare in macchina, guidata da un suo conoscente, originario della provincia di Frosinone, sulla regionale “Flacca”, nel territorio di Sperlonga.

Per motivi non ancora chiariti, una iniziale divergenza di idee finiva col diventare oggetto di violenti alterchi verbali, dai quali la donna, stando a quanto ha dichiarato l’uomo, stava cercando di passare all’aggressione fisica, a suon di schiaffi. Nonostante la reazione passiva del guidatore che non ha risposto pan per focaccia, la donna, all’altezza del bivio per Lago Lungo, dove c’è un semaforo, approfittando del rallentamento del traffico, ha aperto lo sportello e si è gettata sull’asfalto della carreggiata, urlando ai quattro venti di essere stata oggetto di violenza fisica da parte dell’uomo che – sempre secondo lei – l’avrebbe obbligata a scendere, abbandonandola sulla strada.

Comprensibile il coinvolgimento degli automobilisti in transito, alla luce anche della drammatica attualità del fenomeno della violenza perpetrata ai danni delle donne. Sul posto si sono subito portati i Carabinieri della stazione di Sperlonga, coordinati dal nuovo comandante Capasso e dal m.llo Napolitano, i quali hanno pure provveduto ad attivare il 118 che ha fatto pervenire sul posto un’ambulanza che ha trasportato la 35enne lepina al Pronto Soccorso del “Fiorini” dove, peraltro, la donna è stata subito riconosciuta per precedenti situazioni quasi analoghe in cui si era venuta a trovare.

Accurati controlli hanno però fatto scartare l’ipotesi di qualsiasi tipo di aggressione fisica, per cui la presunta vittima di stalking è stata dimessa e dichiarata idonea a muoversi autonomamente.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social