SVILUPPO SOSTENIBILE, PROTOCOLLO TRA REGIONE LAZIO ED ENEA

*Fabio Refrigeri, assessore alle Infrastrutture, Politiche abitative e Ambiente*

*Fabio Refrigeri, assessore alle Infrastrutture, Politiche abitative e Ambiente*

Promuovere lo sviluppo economico e l’occupazione nel settore della green economy. Con l’approvazione dello schema di protocollo d’intesa tra Regione Lazio ed Enea (Agenzia Nazionale per le Nuove Tecnologie, l’Energia e lo Sviluppo Economico Sostenibile), la Giunta guidata da Nicola Zingaretti da il via libera a una serie di iniziative finalizzate a promuovere innovazione e formazione a favore dello ‘sviluppo sostenibile’ del territorio.

Grazie al protocollo Enea si impegna alla realizzazione di progetti per l’elaborazione di quanto necessario, in campo energetico ed ambientale, per la programmazione 2014-2020 della Regione, attività anche collegate all’agenda europea già stabilita per lo stesso periodo; la valutazione integrata degli impatti economici e ambientali di piani e programmi, con particolare riferimento a quelli cofinanziati con fondi Ue; la creazione di una rete regionale di centri per le innovazioni tecnologiche in materia di ambiente e sviluppo sostenibile con laboratori di incubazione, dimostrazione e collaudo, aperti alle imprese ed ai consumatori; la realizzazione di studi per individuare le principali filiere produttive strategiche nonché gli strumenti tecnologici e normativi più idonei per favorire lo sviluppo della “green economy” e dell’occupazione “verde”, a supporto della competitività del sistema produttivo della Regione Lazio; la formazione e il sostegno alle Pa ed alle imprese, per aumentare occupazione e  risorse umane innovative; la definizione di una Scuola delle Energie (Polo formativo Energie ENEA/Regione Lazio) per istituire strutture amministrative regionali e locali, anche sulla base di appositi accordi con l’Anci; l’offerta di supporto alla definizione e gestione di progetti di ricerca industriale, sviluppo precompetitivo, attività finalizzate a favorire l’accesso di Pmi a servizi specialistici; la promozione di progetti pilota per un programma regionale ‘Centri pubblici a Zero Emissioni’, grazie all’integrazione di interventi nel settore delle fonti rinnovabili, efficienza energetica, ottimizzazione del ciclo dei rifiuti, gestione sostenibile delle acque.

“In pochissimi giorni, dall’individuazione dell’obiettivo Agenda Verde – afferma Fabio Refrigeri, assessore alle Infrastrutture, Politiche abitative e Ambiente della Regione Lazio – e in base a quanto stabilito con l’atto per la sostenibilità ambientale dei consumi nel Lazio, con il presidente Nicola Zingaretti abbiamo incardinato un percorso inedito, finalizzato alla crescita occupazionale ed economica, nel quadro di un piano di sviluppo compatibile e sostenibile”.

Comments are closed.

h24Social