GAETA, UN ANNO DI AGGRESSIONI. SCONTRO SFIORATO A FORMIA. LA POLIZIA INDAGA SUL ''MATCH'' ACCETTA – MATARAZZO

GAETA, UN ANNO DI AGGRESSIONI. SCONTRO SFIORATO A FORMIA. LA POLIZIA INDAGA SUL ''MATCH'' ACCETTA – MATARAZZO
*Il Commissariato di Polizia di Gaeta*

*Il Commissariato di Polizia di Gaeta*

Sono iniziate le attività investigative del commissariato di polizia di Gaeta sull’aggressione avvenuta venerdì scorso in aula consiliare. Tuttavia non trapela alcuna indiscrezione sulle modalità di ricostruzione dei fatti che gli uomini coordinati dal vicequestore Marta De Bellis stanno mettendo in atto. Anche se come prima attività sarebbero stati ascoltati solo alcuni, in qualità di testimoni, dei membri della commissione urbanistica presenti in aula consiliare al momento del fatto.

*Giuseppe Matarazzo*

*Giuseppe Matarazzo*

Ad oggi, nonostante la volontà espressa dallo stesso Giuseppe Matarazzo, vittima dell’aggressione, di presentare querela nei confronti del capogruppo Pdl Edoardo Accetta, accusato di lesioni e minacce, non sarebbe stata tuttavia ancora formalizzata alcuna denuncia. Perciò nonostante una serie di attività investigative solo preliminari, la vera e propria indagine potrà partire solo all’atto della denuncia di Matarazzo. Al quale sono stati prescritti 4 giorni di prognosi, a seguito dell’aggressione, dal pronto soccorso dell’ospedale Dono svizzero di Formia.

"Eduardo Accetta"

“Eduardo Accetta”

Dal canto suo, Edoardo Accetta, ha fatto sapere tramite una nota dell’ufficio stampa del Comune di Gaeta e nel corso di una intervista, “che non c’è stata alcuna colluttazione con Matarazzo”, rispedendo al mittente le accuse di violenza personale, e affermando che è stato lo stesso “Matarazzo a voler far credere nell’aggressione”. Nel merito dei motivi dello scontro Accetta, dopo aver presentato le proprie scuse alla città, prosegue: “Non è vero che il sottoscritto volesse velocizzare i tempi per la realizzazione del porto turistico da parte della società ‘Marina di Gaeta’ semplicemente perché questo argomento non figurava all’ordine del giorno. La discussione doveva invece incentrarsi sulle previsioni di sviluppo nel settore della cantieristica navale nell’ambito dell’adozione della variante al piano regolatore del porto in località Peschiera. Non c’è stata da parte mia alcuna contestazione nei riguardi dei rappresentanti dei cantieri navali, intervenuti marginalmente alla riunione perché giustamente interessati al potenziamento delle attività cantieristiche. Ho notato, invece, che durante i lavori della commissione, Matarazzo confabulava con un loro rappresentante. Poco dopo, un altro esponente del settore mi si è avvicinato lamentandosi del perché io stessi remando contro di loro. Dopo avergli contestato quell’affermazione, ho appreso che Matarazzo mi aveva attribuito la colpa di voler forzare a tutti i costi i membri della commissione ad apportare modifiche alla variante che andavano a danneggiare le attività dei cantieri. A quel punto la mia reazione è sfociata in ira, che ho manifestato nei riguardi di chi aveva seminato artatamente bugie ed odio per mettermi alla berlina”.

comune-gaeta1Va infine segnalato anche un intervento sull’accaduto firmato dai Giovani Democratici di Gaeta che hanno affermato: “Quanto accaduto durante la commissione urbanistica venerdì, ci sconvolge e ci preoccupa. L’aggressione da parte del capogruppo del Pdl, Accetta, che ha sferrato un pugno nei confronti di un altro consigliere, Matarazzo, è solo l’ultimo, vergognoso, episodio di violenza che avviene nelle aule comunali da quando l’amministrazione Mitrano governa la città. Chiediamo che si torni ad un clima di serenità e di pluralismo, dove ognuno possa esprimere le proprie opinioni ed il proprio dissenso nei confronti di chi governa Gaeta, senza il timore di dover subire delle ritorsioni. Pensiamo che il consigliere Accetta, oltre a fare pubblica ammenda, debba seriamente valutare le sue dimissioni dal Consiglio Comunale. Inoltre, chiediamo un intervento da parte del sindaco, che censuri e si dissoci dalle gesta del capogruppo del suo partito”.

***ARTICOLO CORRELATO*** (Gaeta, aggressione in Commissione urbanistica. Accetta dà un pugno a Matarazzo. Interviene la Polizia – 2 agosto -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (VIDEO – Gaeta, aggressione in Commissione: Accetta spiega – 3 agosto -)

 

GAETA, UN ANNO DI AGGRESSIONI. ANCHE FORMIA “DICE LA SUA”

Il comandante Donato Mauro*

Il comandante Donato Mauro*

Sarà che amministrare una città diventa sembra più difficile a causa della crisi e dei tagli del governo centrale, o forse sarà che gli interessi personali si accentuano nelle pubbliche amministrazioni locali, sta di fatto che gli episodi di esasperazione e violenza, negli organismi istituzionali della politica comunale, si ripetono con sempre maggiore frequenza.

Nel sudpontino soprattutto a Gaeta, ma non solo. La lunga sequela di scontri fisici e verbali, infatti, ha subìto una impennata in particolar modo nell’ultimo anno. Da quando cioè è iniziata una dura contrapposizione tra il consigliere comunale Pdl a Gaeta Edoardo Accetta e il comandante dei vigili urbani Donato Mauro. Ad aprire gli scontri tra i due, all’incirca un anno fa, fu la controversia relativa alla spiaggia dell’Arenauta con i suoi campeggiatori abusivi e nudisti, a margine di un incontro con gli operatori balneari della spiaggia. Un problema che Accetta voleva si risolvesse con maggiore decisione da parte del comando di polizia locale e del comandante Mauro che, per questo motivo, fu aggredito fisicamente dapprima nei pressi dell’aula consiliare e poi all’interno del comando.

Alessandro Vona

*Alessandro Vona*

Come da denuncia arrivata nei giorni a seguire per mano dello stesso dirigente di polizia locale, presentata alla compagnia dei carabinieri.

"Giuliano Pierro"

“Giuliano Pierro”

Nelle settimane successive fu la volta dell’assessore all’ambiente Alessandro Vona e del presidente della società sportiva Atletico Gaeta Giuliano Pierro, protagonisti di un durissimo alterco, solo per poco non sfociato nello scontro fisico, per via della gestione dei turni di allenamento delle società sportive all’interno dello stadio Riciniello, oggi affidato proprio all’Atletico Gaeta.

*Cristian Leccese*

*Cristian Leccese*

*Antonio Salone*

*Antonio Salone*

C’è stato poi un altro episodio, anche questo piuttosto violento, tra l’ex assessore all’ambiente Antonio Salone e l’assessore ai lavori pubblici Cristian Leccese. Il primo aggredisce violentemente l’attuale vicesindaco nei pressi di un bar dopo che Leccese attiva alcuni vigili urbani per contestare alcune irregolarità ad una attività commerciale di via Indipendenza. Un abuso di potere, secondo Salone, nei confronti del commerciante. Perciò il raptus, che gli vale anche una denuncia.

Nel frattempo si ripetono svariate volte episodi piuttosto accesi, come dicevamo, tra Edoardo Accetta e il comandante dei vigili Donato Mauro. Che in alcuni casi richiedono persino l’intervento delle forze dell’ordine. Ultimi in ordine di tempo, poi, arrivano dapprima un anticipo di aggressione proprio tra Accetta e Matarazzo, in una riunione di maggioranza, e anche qui sulla vicenda della Marina di Gaeta e del porto turistico, eppoi un pugno sferrato da un dipendente comunale ad un cittadino relativamente ad alcune rimostranze che questi stava rappresentando sul presunto abbandono e incuria della pubblica illuminazione in via degli Eucalipti nel quartiere di Monte Tortona. Fino ad arrivare a venerdì con l’ennesimo incontro-scontro corredato da un altro pugno. L’ennesimo.

*Giuseppe Masiello*

*Giuseppe Masiello*

*Ernesto Schiano*

*Ernesto Schiano*

Ma il nervosismo sembra dilagare anche in altre amministrazioni comunali, come a Formia. Infatti il consigliere comunale Ernesto Schiano e l’assessore all’urbanistica Giuseppe Masiello, avrebbero sfiorato lo scontro fisico qualche giorno prima dell’ultimo Consiglio comunale del 29 luglio scorso a causa di posizioni divergenti relativamente alla redazione dell’ordine del giorno del Consiglio sul punto relativo all’acquisizione dei terreni per l’edilizia residenziale ad Acqualonga.

Un punto che, politicamente, stava per provocare una spaccatura all’interno della maggioranza a seguito di una lettera di dimissioni redatta dallo stesso Masiello, anche a causa della contrapposizione di Sel all’interno della coalizione e relativamente al punto in oggetto.

***ARTICOLO CORRELATO*** (Formia, sospetti sui prezzi di acquisizione di terreni ad Acqualonga. La denuncia di un’altra città – 2 agosto -)

You must be logged in to post a comment Login

h24Social