***video***FORMIA, AMIANTO NEL PARCO DE CURTIS. AREA SOTTO SEQUESTRO

***video***FORMIA, AMIANTO NEL PARCO DE CURTIS. AREA SOTTO SEQUESTRO

Sequestro amianto De Curtis

*Il cartello che indica l’area sotto sequestro*

Una montagnola di lastre di amianto, sbriciolate e disseminate sul terreno ai piedi del muro perimetrale nel Parco De Curtis, a Gianola. A pochissimi passi dall’ingresso principale, in un punto facilmente accessibile.

I residenti del quartiere a est di Formia dicono che quei rifiuti giacciono lì da anni ormai: rappresenterebbero parte del tetto di un vecchio pollaio allestito al tempo del campeggio Santo Janni.

*Lastre di amianto abbandonate al De Curtis*

*Lastre di amianto abbandonate al De Curtis*

Soltanto qualche settimana fa, però, il Comune di Formia ha deciso di intervenire sequestrando il materiale. L’operazione ha portato all’interdizione di una parte dell’area, che ora attende solo di essere bonificata.

Resta tuttavia il pericolo. È a tutti noto che l’inalazione di amianto è estremamente pericolosa, specie se le lastre sono scalfite o ridotte in polvere come nel caso del De Curtis. Al sequestro, quantomeno, avrebbe dovuto seguire la copertura del materiale, in attesa di essere rimosso. Operazione, quest’ultima, piuttosto dispendiosa visti gli oneri relativi allo smaltimento dell’amianto.

*Ancora l'area sotto sequestro*

*Ancora l’area sotto sequestro*

Sembra  invece che un nastro delimitatore e qualche cartello relativo al sequestro basti a scongiurare il rischio di una possibile inalazione. Inutile dire che nelle giornate caratterizzate dal forte vento quel cumulo di amianto rappresenta una vera e propria bomba ecologica.

In un luogo pubblico poi, particolarmente frequentato da famiglie e bambini. Ma a nessuno dal Comune sembra importare. In fondo c’è sempre la solita vecchia scusa: si tratta di un problema ereditato dalla precedente amministrazione…

You must be logged in to post a comment Login

h24Social