REGIONE LAZIO: REFRIGERI PRESENTA PROGETTO ‘BONIFICA 2.0’

REGIONE LAZIO: REFRIGERI PRESENTA PROGETTO ‘BONIFICA 2.0’

Canali_di_bonifica__ridottaE’ stato presentato questa mattina dall’assessore alle Infrastrutture, Politiche Abitative e Ambiente della Regione Lazio, Fabio Refrigeri, il progetto “Bonifica 2.0, dagli argini lungo i sentieri della bonifica attraverso i canali di Pianura Blu”, che vede la provincia di Latina capofila di una sperimentazione legata a un sistema integrato per la navigabilità delle acque e la fruizione degli argini.

Presenti all’incontro in Regione Raniero Vincenzo De Filippis, direttore regionale Infrastrutture, Ambiente e Politiche Abitative; Vincenzo Zottola, presidente Camera di Commercio Latina; Gianni Orlandi, direttore Dipartimento DIET Università La Sapienza di Roma; Fabio Massimo Frattale Mascioli, responsabile scientifico PO.MO.S. Università La Sapienza di Roma; Carlo Crocetti, presidente Consorzio di Bonifica dell’Agro Pontino; Antonio Pennacchi, scrittore Premio Strega 2010 e Rosa Giancola, consigliera regionale del gruppo Per il Lazio.

Il terreno su cui si sviluppa Bonifica 2.0 è quello di “Pianura Blu – le vie dell’acqua della regione pontina” da un’idea dello scrittore pontino Antonio Pennacchi. Il progetto raccoglie ed integra le istanze di enti, associazioni, cittadini della provincia di Latina e punta a costruire un nuovo modello di collegamento e fruizione turistica sfruttando l’acqua, che per il territorio rappresenta una risorsa naturale fondamentale, in un’ottica di sostenibilità e rispetto dell’ambiente.

Promosso sul territorio dalla consigliera regionale del gruppo Per il Lazio Rosa Giancola, sostenuto dal consigliere Pd Enrico Forte, questo piano di navigabilità ha trovato l’appoggio dell’Assessorato Infrastrutture a Ambiente della Regione Lazio, che ha assicurato continuità amministrativa per l’attuazione di una prima fase di sperimentazione, inerente trenta chilometri di fruibilità dei canali della pianura pontina.

“Bonifica 2.0 – spiega Refrigeri – è in sintonia con la scelta strategica di ritenere l’economia del mare, e pertanto di tutto il “sistema delle vie d’acqua”, un volano strategico per rilanciare lo sviluppo economico della regione. L’obiettivo è rendere completamente navigabile l’intera rete dei maggiori fiumi e canali di bonifica dell’agro pontino, per una percorribilità complessiva di oltre trecento chilometri”.

Accanto ai corsi d’acqua sono poi previste piste ciclabili, nodi di scambio, attracchi, moli e aree di sosta munite di zone ristoro e colonnine elettriche per la ricarica dei battelli. Tutto eco-compatibile, attraverso l’utilizzo del mini eolico o dell’energia solare, sistemi sperimentati dal Pomos. Sarà proprio il Pomos a gestire l’avvio della fase di sperimentazione di Bonifica 2.0 attraverso l’utilizzo di battelli fotovoltaici in grado di navigare i corsi d’acqua.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social