LATINA, POLIZIOTTO MALMENATO PER UNA SIGARETTA: CUSTODIA CAUTELARE PER I DUE AGGRESSORI

LATINA, POLIZIOTTO MALMENATO PER UNA SIGARETTA: CUSTODIA CAUTELARE PER I DUE AGGRESSORI

Nessuno sconto ai due tunisini arrestati per l’aggressione subita, martedì sera, da un ispettore della squadra mobile all’interno del parco “Arnaldo Mussolini”, a Latina. Questa mattina il gip Guido Marcelli, dopo aver convalidato gli arresti, ha disposto la misura della custodia cautelare in carcere per i fratelli Nabil e Abdelkader Youfsi, di 35 e 28 anni.

In base alle indagini svolte dalla Mobile, uno dei due avrebbe avvicinato l’ispettore, chiedendogli una cartina per farsi una sigaretta, e ricevendo un rifiuto insieme al fratello avrebbe picchiato l’investigatore, tanto da fratturargli il naso e una mano.

Gli indagati, nel corso dell’interrogatorio, si sono invece difesi dicendo di essere stati insultati dall’ispettore, che ne era nata una lite, uno dei due era svenuto e a quel punto era intervenuto il fratello. L’ispettore si è visto assegnare dai medici una prognosi di 50 giorni.

***ARTICOLO CORRELATO*** (Aggrediscono ispettore di Polizia per una sigaretta. In manette due tunisini – 3 luglio -)

You must be logged in to post a comment Login

h24Social