FONDI, MURALES ADERISCE ALLA GIORNATA NAZIONALE DELLA CITTADINANZA E DEI DIRITTI

FONDI, MURALES ADERISCE ALLA GIORNATA NAZIONALE DELLA CITTADINANZA E DEI DIRITTI

ITAlia sono anch'ioL’Associazione “Murales” è impegnata, sin dalla sua costituzione, nella difesa e promozione dei diritti umani e contro ogni forma di violenza, razzismo e discriminazione. Con tale orizzonte valoriale ci siamo impegnati, da sempre, in favore dei migranti e dei loro diritti.

In tale ottica abbiamo aderito alla Campagna nazionale per i diritti di cittadinanza “L’Italia sono anch’io”, che ha tra i suoi promotori l’ARCI cui la nostra Associazione aderisce, raccogliendo a Fondi nel febbraio 2012 le firme di cittadine e cittadini a sostegno delle 2 Proposte di Legge.

L’articolo 3 della Costituzione stabilisce il principio dell’uguaglianza tra le persone, impegnando la Repubblica a rimuovere gli ostacoli che ne impediscano il pieno raggiungimento. Nei confronti di milioni di persone di origine straniera, però, questo principio è disatteso.

In questi giorni Filippo Miraglia, responsabile immigrazione Arci, ha dichiarato: « Il 2 giugno del 1946 gli italiani furono chiamati al voto per scegliere tra repubblica e monarchia ed eleggere i componenti dell’Assemblea Costituente. Per la prima volta il diritto all’elettorato passivo e attivo venne esteso anche alle donne, introducendo così il suffragio universale. Come è noto vinse la repubblica e da allora il 2 giugno è festa nazionale. Oggi il principio del suffragio universale subisce una grave lesione. In Italia vivono infatti almeno cinque milioni di persone che provengono da altre parti del mondo ma che qui lavorano, pagano le tasse, concorrono in maniera responsabile alla vita della comunità e tuttavia sono escluse dalla partecipazione a qualsiasi consultazione elettorale.

Ciò costituisce un vulnus democratico a cui va posto finalmente rimedio. Per questo è necessario che il Parlamento – come prevede una delle due proposte di legge di iniziativa popolare promosse dalla Campagna L’Italia sono anch’io – introduca il diritto di voto almeno alle consultazioni amministrative per gli stranieri stabilmente residenti nel Paese.
L’altra proposta di legge riguarda quelle centinaia di migliaia di persone che non possono accedere alla cittadinanza o sono costrette, per accedervi, a un complicato e lungo percorso privo di certezze sull’esito finale. Per questo la Campagna propone una riforma della legislazione attuale con l’introduzione, fra l’altro, dello “ius soli”. Intorno a queste due Proposte di Legge si è determinato un larghissimo consenso, dimostrato non solo dal numero di firme raccolte (furono più di 230.000), ma anche da autorevoli prese di posizione da parte di figure istituzionali”.

E anche con l’augurio che il 2 giugno possa diventare la festa di una Repubblica che non esclude nessuno, i promotori della Campagna “L’Italia sono anch’io” hanno deciso di celebrarla promuovendo, con iniziative in tutt’Italia, la Giornata nazionale della cittadinanza e dei diritti. Questo è l’augurio anche di “Murales”.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social